Maggiore agilità, minori costi

0
301

Alle macchine agricole è sempre più richiesta agilità. Questo avviene in particolar modo per far fronte alla necessità di ridurre i tempi di manovra in capezzagna oppure per meglio districarsi nelle manovre da effettuare durante i trasferimenti o nel trasporto dei prodotti.

Tra l’altro, una grande agilità delle macchine risulta indispensabile nell’ambito zootecnico. Difatti nelle stalle, negli ovili, nelle scuderie e nelle altre costruzioni adibite a ricovero degli animali, per concedere maggiore spazio e maggiori possibilità di movimento agli animali, le macchine devono districarsi in corsie ristrette e manovrare in spazi molto contenuti.

Grande importanza assumono quindi gli assali a sterzata. TVZ, dinamica azienda di  Carpenedolo in provincia di Brescia, propone una vasta gamma di assali tra cui l’assale a sterzatura comandata SCS che si distingue per avere la cerniera quasi in asse rispetto al corpo. Tale soluzione permette grande capacità di sterzo e rende il veicolo che adotta l’assale a sterzatura comandata SCS ideale per compiere manovre in spazi molto ristretti. È il caso, per esempio, dei carri trincia miscelatori: in queste macchine l’assale a sterzatura comandata SCS è usato come primo asse.

Nell’assale a sterzatura comandata SCS il comando dello sterzo avviene azionando un cilindro a doppio effetto integrato nella barra di sterzatura. Tale caratteristica permette di realizzare una struttura dell’assale molto snella e libera da ingombri che, tra l’altro, facilita l’integrazione dell’assale SCS nel veicolo.

Inoltre, il cilindro di comando è solidale alla trave dell’assale tramite quattro viti M20 montate in serie: questo riduce la possibilità che il cilindro col tempo possa prendere gioco e muoversi. Questo sistema di fissaggio è oltremodo pratico poichè permette di rimuovere tutta la barra di sterzo senza dover muovere le ruote e dover rifare la convergenza una volta ripristinata la barra.

L’assale a sterzatura comandata SCS si distingue per:

– Portata del giunto sterzante fino a 11000 kg/assale a 40 km/h.

– Angolo di sterzo di 32°.

– Possibilità di montare freni meccanici e idraulici omologati Eu 2015/68.

– Limitata richiesta di manutenzione.

Infatti, lo studio delle geometrie del giunto sterzante, l’utilizzo di materiali e componenti di qualità ottimizzano l’assale a sterzatura comandata SCS per quanto riguarda il rapporto tra la sua capacità di carico e il suo peso. L’intero processo produttivo, che va dalle maschere di posizionamento passando per la saldatura robotizzata fino all’assemblaggio su apposite linee, unitamente all’impiego di materiali di grande durata rendono l’assale a sterzatura comandata SCS molto competitivo sia dal punto di vista del costo iniziale che di esercizio nell’intero ciclo di vita.

A cura di Pier Luigi Scevola

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here