Per la difesa di frutteti e vigneti con svolte strette

0
418

Ricosma vanta un’ottima reputazione di precisione nella difesa fitosanitaria di frutteti e vigneti  dovuta alla grande qualità dei materiali impiegati nella costruzione dei suoi atomizzatori e all’accuratezza della progettazione dei sistemi. Infatti, i suoi atomizzatori sono utilizzati da frutticoltori e viticoltori altamente professionali che richiedono mezzi tecnologicamente all’avanguardia e molto performanti.

Sempre alla ricerca di soluzioni innovative, Ricosma ha recentemente sviluppato l’atomizzatore con timone sterzante Typhoon ideale per l’efficace trattamento di frutteti e vigneti in cui è richiesta, oltre all’ottima distribuzione dei prodotti, la capacità di eseguire sterzate molto strette.

Presentato inizialmente con capacità di 1000 litri, Ricosma Typhoon può essere fornito anche in versione da 1500 e 2000 litri. Ricosma Typhoon è improntato alla massima versatilità: è un atomizzatore modulare ed offre la possibilità di montare un gruppo aria assiale per allevamenti bassi oppure con torretta per filari guyot.

La grande novità di Ricosma Typhoon è il nuovo sistema di trasmissione potenza trattore/atomizzatore con una scatola di trasmissione doppia che permette angoli di sterzata senza limiti. Con questo nuovo sistema il cardano lavora dritto e il sistema a coppie coniche può lavorare anche con angolo trattore/atomizzatore di 90°.

Altro elemento innovativo è rappresentato dal sistema con gruppo aria anteriore dotato di elica Ø 800 mm e cisterna posteriore. Tale sistema permette di trattare l’ultima pianta del filare appena il trattore esce dal filare, senza che l’irrorazione venga eseguita durante la manovra di sterzata e quindi con maggiore precisione ed omogeneità.  Ricosma Typhoon si avvale di una pompa in ottone da 140 l/min, raddrizzatori d’aria regolabili, filtri di mandata e moltiplicatore a 2 velocità + folle.

Come optional sono previste: valvole di distribuzione elettriche e computer di regolazione. Con tali allestimenti può beneficiare degli incentivi previsti da Agricoltura 4.0

A cura di Pier Luigi Scevola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here