Immatricolazioni macchine agricole nel 2011

0
975

Le prospettive future sono molto incerte: a livello locale si vende ancora, ma il mercato nazionale è stagnante.
Leonardo Bolis, Presidente di ABIA, associazione bergamasca dei contoterzisti agrari aderente a Confai, commenta i dati sulle immatricolazioni di macchine agricole effettuate nel 2011.
I dati mostrano come il mercato sia stagnante a causa della difficoltà generale che il settore primario sta vivendo.
Le vendite di trattrici sono risultate sostanzialmente ferme, con solo un +0,5% rispetto al 2010, mentre le mietitrebbiatrici sono addirittura in calo del 7,2%.
Le cose sembrano andar meglio, focalizzando l’attenzione a livello regionale: in Lombardia le vendite di trattrici hanno visto un aumento del 16% rispetto all’anno precedente e le mietitrebbitrici del +13,30%. Tutto ciò può voler dire come, in Lombardia, gli imprenditori agromeccanici, i principali acquirenti di macchine agricole, stiano accettando ulteriori contrazioni dei loro margini di profitto, pur di mantenersi competitivi sul versante della tecnologia
Si rende necessario, come commenta Bolis, rivedere l’impostazione generale dei piani di sviluppo rurale (PSR), per consentire l’accesso anche alle imprese agromeccaniche, in modo da farle beneficiare delle misure di sostegno per l’acquisto di macchine innovative al pari delle altre imprese del settore agricolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here