Sono tre i vincitori del Premio Best Practices di BioEnergy

1430

A Cremona è stato assegnato l’importante premio Best Practices alle aziende che si sono impegnate nello sviluppo del “Biogas fatto bene”.
Si è conclusa a Cremona la fiera BioEnergy Italy, dedicata alle biomasse e alle energie rinnovabili.
Durante la manifestazione è stato assegnato il premio Best Practices, promosso da Legambiente, Cremona Fiere, la Fondazione Dlg, l’Anci e l’Uncem e giunto alla seconda edizione, rivolto alle aziende agricole, agroalimentari e a coloro che offrono i migliori esempi di impianti biosostenibili, nel rispetto dell’ambiente e delle risorse.
Le aziende premiate con il Best Practices sono state 3, tutte aderenti al CIB (Consorzio italiano biogas), che si sono impegnate nello sviluppo delle linee guida del “Biogas fatto bene”.
I criteri di assegnazione sono la filiera di approvvigionamento della materia prima, l’efficienza energetica e le ricadute ambientali e sociali. Il Presidente del CIB, Piero Gattoni, ha fatto i complimenti alle aziende vincitrici e ricorda come il biogas possa creare sviluppo e crescita positiva, nonché essere un modello per i cittadini, che, in questo modo, si avvicinano ad un settore tutto da scoprire, come, appunto, il biogas.
Ecco i nomi dei vincitori:
1° premio a Fattorie della Piana (CIB) – Candidoni (Reggio Calabria)
2° premio a Pieve Ecoenergia (CIB) – Cingia de’ Botti (Cremona)
3° premio a C.A.T (CIB) Correggio (Reggio Emilia)