Pneumatici pronti per la primavera?

0
232

Durante l’inverno molti macchinari rimangono fermi e parcheggiati per diversi mesi. In questo periodo, i tecnici di BKT consigliano assolutamente di non trascurare gli pneumatici, anzi, ci sono delle piccole operazioni da fare che aiutano a prevenire fermi macchina e sprechi. Questo perché manutenzione e cura corrette possono tradursi in un notevole e sostenibile risparmio per ogni azienda agricola. Gli pneumatici sono infatti un investimento importante per le attrezzature, quindi è essenziale prendersene cura adeguatamente. Inoltre, un buon programma di manutenzione degli pneumatici porta più sicurezza e prestazioni migliori. Queste sono le principali operazioni che il team tecnico di BKT consiglia di implementare durante il periodo invernale:

  • Aumentare la pressione degli pneumatici mentre le macchine non sono operative. Questo consente di evitare il flat spotting, ovvero che lo pneumatico si appiattisca durante la sosta, provocando il fastidioso fenomeno di bouncing, cioè di saltellamento alla ripartenza.

Questo è ancora più importante quando si parla delle mietitrebbie, macchinari stagionali per eccellenza. Trovandosi ferme per molto tempo ed essendo macchine molto pesanti, sarebbe ideale sollevarle da terra e sospendere gli pneumatici, senza quindi caricare alcun peso su questi ultimi. In alternativa è necessario sovra-gonfiare gli pneumatici per evitarne l’appiattimento. Così facendo il fenomeno di flat spotting viene ridotto al minimo.

  • Verificare la pressione degli pneumatici prima che inizi la stagione e impostare la pressione corretta, controllando il valore indicato dalle relative tabelle. La temperatura esterna influisce sulla pressione ed è quindi fondamentale verificarla periodicamente.
  • Controllare gli pneumatici, in questo modo si può intervenire per tempo in caso di necessità (eseguendo ad esempio riparazioni, permutazioni ruote, ecc. prima che inizi la stagione), evitando fermi macchina successivi.
  • Per quanto riguarda soprattutto i trailer e i carri botte, invece, è importante eseguire l’operazione di rotazione (o permutazione) sugli assi degli pneumatici. Questo perché gli pneumatici montati sull’asse centrale sono generalmente quelli più sollecitati all’usura. I tecnici di BKT consigliano di misurare le profondità dei battistrada e la loro usura, per poter rotare e incrociare gli pneumatici in modo ottimale.

Non solo in inverno. Quando le attività sono a pieno ritmo, il team tecnico di BKT consiglia questi pratici accorgimenti che possono davvero fare la differenza:

  • Prestare attenzione alle condizioni del terreno e all’applicazione prevista per assicurarsi che gli pneumatici in uso siano del tipo corretto. In caso di dubbi rivolgersi allo specialista o al rivenditore BKT di zona.
  • Anche il controllo quotidiano della corretta pressione degli pneumatici è fondamentale. Si consiglia sempre di eseguire l’operazione con un manometro calibrato o di installare, quando possibile, sistemi TPMS per il controllo continuo. Questo perché la temperatura esterna può influenzare la pressione dello pneumatico e va quindi verificata spesso.
  • Selezionare pneumatici idonei alle condizioni di portata, velocità e di lavoro per l’attività prevista.
  • Prima dell’inizio del lavoro, verificare la presenza di detriti intrappolati nel battistrada e rimuoverli. Questo è particolarmente importante per gli pneumatici con disegno più chiuso (ad esempio quelli destinati al trasporto su strada). Questo consente di evitare fenomeni di drilling nella mescola e quindi possibili lacerazioni o forature. In generale è importante verificare sempre visivamente lo stato dello pneumatico, soprattutto per quanto concerne l’usura irregolare, i tagli e le crepe, e i possibili rigonfiamenti.
  • Monitorare e tenere traccia delle prestazioni degli pneumatici. Alcune aziende calcolano il costo orario registrando le ore di funzionamento del motore. Altri tengono traccia dello stesso costo monitorando il chilometraggio e calcolando il costo per chilometro. Altri calcolano le tonnellate totali di materiale spostato o il costo per tonnellata entro un determinato periodo di tempo. Indipendentemente dal metodo utilizzato, è importante monitorare costantemente le condizioni in cui operano gli pneumatici, le loro performance e notare qualsiasi cambiamento che possa verificarsi.
  • Seguire le classificazioni di velocità dello pneumatico per evitare problemi e prevenire i rischi stradali.

Questi “piccoli” accorgimenti fanno risparmiare tempi e costi causati da inutili ritardi e consentono di risolvere i problemi prima ancora che questi si verifichino. Tutte queste operazioni portano a un’attività più efficiente e produttiva. Non solo in inverno quindi, ma BKT consiglia di non abbandonare mai i propri pneumatici.