L’innovativa serie ESD di Fai Filtri, attenta all’ambiente e ai costi

0
198

La Serie di filtri smontabili ESD di Fai Filtri è caratterizzata dall’elemento filtrante smontabile che consente di riutilizzare sia la flangia che il contenitore: una soluzione tecnica innovativa capace di coniugare rispetto dell’ambiente, ottimizzazione dei costi e praticità d’uso. La crescente attenzione degli operatori nei confronti della salvaguardia dell’ambiente e la necessità di contenere i costi hanno indotto Fai Filtri a realizzare questa gamma di prodotti innovativi, con pressione nominale di esercizio di 35 bar (500 psi) e pressione di picco di 70 bar (1.000 psi), disponibile in tre taglie (ESD020-050-070) e con differenti configurazioni di setti filtranti e gradi di filtrazione.

Peculiarità della Serie ESD sono:

– l’intercambiabilità totale con i prodotti spin-on di Fai Filtri o di altri produttori della famiglia “media pressione” (35 bar – 500 psi) senza dover modificare l’alloggiamento o le connessioni originali,

– l’involucro del filtro garantito per l’intera vita della macchina o dell’impianto su cui viene installato,

– l’elemento filtrante intercambiabile dal design brevettato, disponibile con molteplici varianti di setto filtrante e valvola di by-pass,

– il sistema di apertura/chiusura dell’housing tramite giunzione a baionetta con dispositivo anti-svitamento spontaneo realizzato attraverso un meccanismo di interazione cartuccia-involucro (di cui Fai Filtri ha depositato la domanda di Brevetto).

Il filtro completo viene venduto nelle sue tre componenti: la flangia, unica per tutta la gamma; l’involucro contenitore, che varia a seconda della taglia del filtro, completo di parti accessorie quali le tenute e la molla interna; l’elemento filtrante con diverse varianti di setto filtrante (carte impregnate, microfibre inorganiche e reti metalliche), di taglia del filtro e di valvola di by-pass (1,75 bar/2,5 bar/3,5 bar) completa di tenute. Gli installatori e i manutentori hanno comunque la possibilità di acquistare separatamente le parti per poi comporre all’occorrenza il filtro nella configurazione desiderata.

Il primo montaggio si effettua come per gli spin-on tradizionali. I successivi interventi non prevedono più lo svitamento della flangia ma il disinnesto dell’involucro con sistema a baionetta, la sostituzione dell’elemento filtrante e il rimontaggio tramite l’innesto a baionetta. Per il montaggio, quindi, non sono necessari strumenti e la sostituzione periodica della cartuccia si realizza senza attrezzature particolari. Nel caso l’operatore intenda procedere allo smontaggio completo con rimozione della flangia è consigliabile utilizzare una tradizionale chiave esagonale

A cura di Pier Luigi Scevola