Italia unita nel segno del Vulcano

0
1234
Associazione Vulcania 2012
Il Soave unisce i vini bianchi da suolo vulcanico: al Vinitaly nasce l’Associazione Vulcania.
È nata ufficialmente al Vinitaly l’Associazione Vulcania, sulla scia dell’omonimo forum internazionale dei vini bianchi da suolo vulcanico, ideato dal Consorzio di tutela di tre anni fa. Il Consorzio del Soave, insieme ai Consorzi di Etna e Campi Flegrei, di Gambellara, del Bianco di Pitigliano, del Lessini Durello e dei Colli Euganei,  ha dato vita ad una vera e propria associazione, finalizzata alla promozione internazionale dei vini bianchi da suolo vulcanico in Italia e all’estero. La squadra che, così, si è formata ha in progetto di promuovere su scala nazionale e internazionale i vini bianchi italiani, accumunati dalla ricchezza di minerali, come il potassio e dalla qualità drenante dei terreni, che derivano proprio dalla tipologia del suolo in cui vengono coltivati i vitigni.
La chiave di lettura del vulcano è comprensibile da tutti, non solo dagli addetti ai lavori: è innovativa è trasversale nell’ambito della comunicazione del vino. All’incontro hanno preso parte:

  • Attilio Scienza, docente di viticoltura all’Università di Milano
  • Arturo Stocchetti, presidente del Consorzio Tutela Vini Soave
  • Giuseppe Mannino, presidente del Consorzio Tutela Vini Etna doc
  • Michele Farro, presidente del Consorzio Tutela Vini dei Campi Flegrei
  • Giuseppe Zonin, presidente del Consorzio Tutela Vini di Gambellara
  • Edoardo Ventimiglia, presidente del Consorzio Tutela Bianco di Pitigliano
  • Andrea Bottaro, presidente del Consorzio Tutela Vini Lessini Durello
  • Antonio Dal Santo, presidente del Consorzio Vini doc Colli Euganei.