Il progetto “Evoluzione Terra”

0
154

CNH Industrial, con il suo marchio agricolo New Holland Agriculture, e Legambiente hanno unito le forze per il progetto “Evoluzione Terra” che è stato presentato a stampa, istituzioni e associazioni di categoria. L’annuncio è stato dato da Angelo Gentili, responsabile nazionale agricoltura di Legambiente, Carlo Lambro, Brand President New Holland, e Daniela Ropolo, Head of Sustainable Development Initiatives di CNH Industrial, nel corso della seconda edizione del Forum nazionale Agroecologia organizzato online dall’associazione ambientalista, in diretta streaming sulle pagine Facebook di Legambiente, Legambiente Agricoltura e La Nuova Ecologia e sui rispettivi siti.
Il progetto “Evoluzione Terra” punta all’adozione di un approccio innovativo per pratiche di agricoltura sostenibile e sociale nelle aziende agricole partecipanti. La prima collaborazione del progetto coinvolgerà Libera Terra Mediterraneo, consorzio ONLUS che parte dal recupero sociale e produttivo dei beni liberati dalle mafie per ottenere prodotti di alta qualità attraverso metodi rispettosi dell’ambiente e della dignità della persona. Attraverso l’adesione al progetto, questo consorzio metterà a disposizione delle proprie cooperative partecipanti l’attrezzatura necessaria per praticare un’agricoltura 4.0.
New Holland fornirà sei sistemi di guida automatica per agricoltura di precisione, che saranno installati su trattori presso quattro delle cooperative del consorzio situate in Sicilia: la cooperativa Rita Atria a Castelvetrano, Trapani, la cooperativa Beppe Montana a Lentini, Siracusa, la cooperativa Placido Rizzotto e la cooperativa Pio La Torre a San Giuseppe Jato, Palermo. Le cooperative Rita Atria e Beppe Montana hanno già in dotazione due trattori New Holland di ultima generazione, rispettivamente un T7.260 e un T6.180. Il Brand sosterrà l’acquisto di ulteriori attrezzature, quali una seminatrice innovativa progettata per agricoltura biologica, con lo scopo di migliorare la produttività e l’efficienza delle cooperative attraverso l’utilizzo delle più recenti tecnologie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here