Come cambiano i gusti

1414

Il Moscato giallo Fiori d’Arancio, prodotto di eccellenza dei Colli Euganei, potrà diventare il nostro nuovo compagno di aperitivo?


Molto successo  e molta emozione al Vinitay 2012 nello stand del Consorzio vini DOC dei Colli Euganei, dove è stata presentata la panoramica evolutiva del Fior d’Arancio DOCG, un vino ora al centro di un progetto di promozione, che lo renderà emblema del territorio euganeo.
Fiori d’Arancio ha un obiettivo molto chiaro: produrre entro la fine del 2012 un milione di bottiglie.
Un traguardo sicuramente ambizioso, per raggiungere il quale è imprescindibile che sia ospite delle vetrine espositive del  Veneto e non solo, le tre versioni in cui questo vino, infatti, viene presentato si possono abbinare alle più diverse tradizioni gastronomiche di tutto il territorio italiano.
Il passito è perfetto con la pasticceria secca, i biscotti e, perché no, anche con i formaggi. Il secco è, invece, un classico quando bevuto fuori pasto, accompagnato da alcuni stuzzichini, ma ciò che potrebbe diventare un prodotto cult, è la versione spumante , semplice se abbinato ad un piattino di fragole, ma anche elegante nei momenti più raffinati.  Il Fiori d’Arancio in versione spumante potrebbe diventare, così,  il nostro prossimo compagno di aperitivo, ma la sfida sarà sicuramente dura: non sarà facile, per questo vino, farsi strada in un territorio dominato dagli aperitivi con le bollicine di tutti i tipi.
Il vanto dei contadini dei Colli Euganei è sempre stato il vino, che, insieme all’ulivo, si è affermato come coltivazione d’eccellenza, riconosciuto solo nel 1972 come vino DOC. Da quegli anni, il Consorzio Vini Colli Euganei svolge attività di promozione e tutela, affinché le caratteristiche di questo vino vengano sempre mantenute e apprezzate, ma anche perché gli  sia dato il giusto valore.
La recente attribuzione della DOCG ha avvalorato la scelta di eleggere il Fiori d’Arancio come ambasciatore della qualità delle produzioni del luogo, grazie alla sua aromaticità forte, derivata dal microclima e dalla composizione dei terreni.