BKT e CESVI insieme per la foresta amazzonica

0
511

Fare centro in un pneumatico BKT, comporre un puzzle in due minuti, calciare un pallone e fare goal: questa è stata la sfida lanciata da BKT a Bauma, un circuito per provetti sportivi ma anche per sinceri amanti dell’ambiente, come evocato dal nome dell’iniziativa, “Play and stay green!”. Un gioco semplice, ma che contribuirà in modo concreto a sostenere la vita della foresta Amazzonica. Grazie alla collaborazione con Cesvi, per i 350 partecipanti che hanno affrontato il circuito con successo, saranno infatti piantati e protetti 350 alberi. Non è nuova BKT, tra le principali aziende produttrici di pneumatici Off-Highway al mondo, alle iniziative dedicate al nostro pianeta. Da tempo infatti partecipa agli eventi espositivi internazionali portando non solo prodotti, ma anche progetti, valori, idee, elementi fondamentali della propria mission: qualità, tecnologia, innovazione, servizio ma anche attenzione alle comunità, all’ambiente e al futuro delle persone.

Questa volta l’attenzione è stata rivolta alla regione amazzonica di Madre de Dios in Perù, grazie alla stretta collaborazione con Cesvi, la onlus italiana che da più di 30 anni opera in tutto il mondo per far fronte alle più gravi crisi umanitarie e per realizzare progetti di lotta alla povertà e di sviluppo sostenibile. Considerata il polmone della Terra, l’Amazzonia è uno dei luoghi del pianeta con la più alta biodiversità, ma anche con tassi di degradazione del suolo e deforestazione superiori alla media, dovuti ad attività di estrazione del legname per lo più illegali. Cesvi lavora con le comunità native del Perù con progetti legati alla salvaguardia della biodiversità e alla tutela ambientale, rendendo le popolazioni locali veri e propri Custodi dell’Amazzonia in grado di preservare la foresta e favorendo al contempo il loro sviluppo economico e comunitario.

Il pianeta è in pericolo, ma BKT lo tiene sempre presente, per questo si impegna costantemente nella ricerca di processi e di materiale il più possibile sostenibili, oltre a partecipare a progetti internazionali di salvaguardia ambiente. Dalle prime pale eoliche installate nel 2004 nello stabilimento di Bhiwadi, fino al nuovissimo centro di ricerca di Bhuj inaugurato nel 2017, dove si lavora alacremente in direzione di un futuro sostenibile.

È recente in tal senso il progetto di  sviluppo di un materiale sostitutivo alla gomma naturale – data la crescente domanda di gomma a livello globale, che raggiungerà i 17 milioni di tonnellate entro il 2025 e che causerà presto carenze di materia prima. Per sviluppare nuovi metodi di compounding basati sull’utilizzo della gomma dal tarassaco russo TKS – alternativa rinnovabile e sostenibile alla gomma naturale – BKT ha siglato infatti un accordo di ricerca congiunta con Kultevat Inc., azienda americana specializzata in tecnologia verde con sede a Saint Louis nel Missouri. Con l’ideazione di un semplice gioco, BKT compie così un nuovo passo nella dimensione della responsabilità ambientale. E il premio da vincere è come sempre di altissimo valore: contribuire a rendere il mondo un luogo migliore per tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here