Vince la nuova formula di Vinitaly

1333

Vinitaly ha registrato oltre 140.000 operatori provenienti da 120 Paesi in 4 giorni, i produttori e gli espositori si dicono soddisfatti delle nuove date: dalla domenica al mercoledì. 
Il Vinitaly 2012 è riuscito a raggiungere l’obiettivo di portare a Verona un grande numero di visitatori specializzati, grazie alla nuova formula. La fiera, quest’anno si è svolta dalla domenica al mercoledì, giorni che hanno fatto desistere i semplici curiosi, lasciando il posto ad un pubblico più tecnico e maggiormente interessato.
La scommessa di questo 2012 è stata vinta, i visitatori sono stati in molti, anche provenienti dall’estero, si è visto un grande ritorno dal Canada e dagli Stati Uniti, soprattutto giunti nella giornata di lunedì, ma è stata molto forte pure la partecipazione di ristoratori e titolari di enoteche e wine bar dal sud Italia.
Ettore Riello, Presidente di Veronafiere, comunica che i visitatori sono stati oltre 140.000 da più di 120 Paesi, vale a dire il 35% in più rispetto all’edizione 2011. E’ stato definito il Vintaly dell’export da Lamberto Vallarino Gancia, presidente di Federvini. Tutti gli espositori si dicono soddisfatti della decisione di cambiare i giorni della manifestazione, il cambio ha infatti alzato il livello dei buyers e dei visitatori.
Ma il Vinitaly non è soltanto vino, c’è stato anche il Grappa & C. Tasting, il banco d’assaggio dedicato a grappe, amari e liquori, realizzato in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori e che ha fatto registrare un grande successo, con 5.500 assaggi.
Infine è stata molto importante la presenza dei media da oltre 45 Paesi (Usa, Germania, Russia in testa), con oltre 2.500 giornalisti accreditati in rappresentanza di oltre 170 radio e tv, 105 quotidiani e 110 testate online.