Una serra per…

1707

Costruire una serra nel terreno accanto all’istituto Zhuravici, per far coltivare prodotti ortofrutticoli ai bambini che vi sono ospitati. “Una serra per…” è il  nome del progetto solidale voluto dall’Associazione Umanitaria YRA.
L’Associazione Umanitaria YRA sta operando dal 1992 a favore delle popolazioni della Bielorussia, colpite dal disastro di Chernobyl, attraverso dei progetti di solidarietà nei confronti di anziani e bambini, l’ultima di queste iniziative solidali è Una serra per… con il partenariato con Mondo in cammino.
L’attenzione dell’Associazione è rivolta, in modo particolare, all’Istituto Zhuravici, che ospita più di 230 ragazzi invalidi, sia mentalmente, che fisicamente, nella provincia di Ragaciov (Belarus). Il primo obiettivo del progetto è, come dice il nome stesso, costruire una serra all’interno del terreno agricolo che circonda l’Istituto, sia per sviluppare le potenzialità manuali dei ragazzi, sia per coltivare prodotti ortofrutticoli in un terreno non contaminato.
I prodotti ortofrutticoli cresciuti, non verranno soltanto raccolti, ma anche lavorati e trasformati, per fare marmellate e conserve di pomodoro. In questo modo, i ragazzi bielorussi potranno toccare con le proprie mani il lavoro agricolo ed essere, contemporaneamente, sensibilizzati nei confronti del rischio alimentare dopo Chernobyl.
Potranno poi, così, grazie a questo progetto, acquisire una coscienza alimentare e ambientale al tempo stesso, per valutare in maniera critica le conseguenze del dopo Chernobyl ed essere più coinvolti in ciò che accade all’interno della filiera alimentare.
Questo progetto intende coinvolgere diversi soggetti pubblici e privati e si presta alla condivisione dei risultati della sperimentazione agronomica con tutti i Paesi interessati dalla contaminazione radioattiva, come Bielorussia, Russia, Ucraina.