La cogenerazione per le piccole imprese agricole

0
1297

2G Italia, consociata italiana del Gruppo 2G,  presenta alla Fieragricola G-Box 20, il nuovo sistema entry level per la cogenerazione. G-Box 20, che con la più potente G-Box 50 forma la linea 2G di unità di cogenerazione di piccole dimensioni, è  inserita in un package integrato compatto, appena m 1 x 1,5, h.1,25 e insonorizzato, con un livello massimo di emissione sonora pari a 52 dB(A). Il sistema è adatto, con l’avvento anche in Italia del biometano, alle piccole aziende agricole. G-Box 20 ha un rendimento regolabile che può privilegiare, secondo le applicazioni, la produzione di energia elettrica (sino a 20 kWe) oppure l’energia termica (sino a 43 kWt), utilizzando indifferentemente gas naturale o biometano. Il G-Box 20 utilizza il calore latente di condensazione nei fumi di scarico, per cui riesce a raggiungere rendimenti superiori a quelli possibili utilizzando la sola energia della combustione (sino al 103 per cento).

“L’arrivo della G-Box 20 – commenta Pietro Bertelli, CEO di 2G Italia – completa verso le bassissime potenze la nostra linea di unità di cogenerazione, che ora copre senza soluzione di continuità la gamma di potenza da 20 a 2000 kWe. La possibilità di funzionare a biometano, che è propria anche del modello G.Box 50, apre una prospettiva di mercato interessante anche in Italia, come già avviene in Germania, dove la linea G-Box è anche alla base di alcuni progetti di centrale elettrica virtuale realizzata dall’unione di molte unità distribuite che operano all’unisono, fornendo energia termica per uso locale e almeno parte dell’energia elettrica per uso in rete. Crediamo molto nelle potenzialità delle G-Box, tanto che stiamo studiando per loro un modello commerciale apposito”.