Una vetrina online per i piccoli produttori

0
261

Un portale per aiutare consumatori e produttori a incontrarsi in modo comodo e sicuro, fornendo un valido aiuto al settore agroalimentare. Questa è l’idea alla base di “Da te a tutti”, sito web gratuito pensato e realizzato da quattro giovani, due napoletani e due torinesi, laureandi e laureati in diverse discipline. I quattro sono i fondatori della startup About a bit, specializzata nel trovare soluzioni tecnologiche a servizio dell’agricoltura. Giuseppe Funicello, laureando in informatica presso Università degli studi di Torino, Fabrizio De Masi, Designer e Digital Strategist napoletano, Francesco D’Alia, laureando in informatica presso Università degli Studi di Napoli Parthenope e Luca Femia, sales Manager torinese, hanno in questo caso realizzato una ‘casa virtuale’ dove i produttori agricoli possono pubblicizzare i loro prodotti e venderli direttamente al consumatore, senza l’intervento di intermediari e passaggi di mano che allungano la filiera e inevitabilmente comportano l’aumento del prezzo finale. In tal modo, possono ottenere la giusta remunerazione per i frutti del loro lavoro.

Dateatutti.it mette a disposizione di ciascun venditore una vetrina digitale dove presentare i prodotti, condivisibile attraverso i propri canali social, oppure scaricando e stampando il QR code personale, per consentire un collegamento facile tra posizione fisica e digitale. Dateatutti.it è il frutto di un’attività intensa e scrupolosa che ha come obiettivo il supportare, soprattutto, aziende agricole di piccole dimensioni nell’approccio al mondo digitale, contenendo costi ed ottimizzando le risorse.

Tutti i coltivatori che abbiamo conosciuto in questi mesi presentano due fattori comuni – spiegano gli ideatori – che sono l’immensa passione per ciò che realizzano e la voglia di digitalizzare la propria attività, mantenendo tradizione e qualità del loro processo produttivo, una sfida audace che condividiamo con il nostro lavoro”. Per gli autori dell’iniziativa, la speranza è che strumenti come quello di Dateatutti.it siano un volano per la ripresa, che secondo le stime del Fmi potrebbe avvenire già nel 2021 se la pandemia cesserà nella seconda metà del 2020. Da anni, chi opera nel settore sa che la strada maestra rimane quella del “fare rete“, quindi far parte di gruppi di acquisto, distretti e reti di economia solidale rurale. Secondo i suoi ideatori, Dateatutti.it nasce per offrire un contributo a chi soffre maggiormente per criticità preesistenti e legate proprio alla capacità che il singolo ha di fare rete.

Tra le iniziative presentate nel recente passato dalla startup, anche il progetto Farmchain, una  piattaforma digitale che permette ai produttori agricoli di raccontare la loro storia e quella dei loro prodotti direttamente al consumatore finale, trasformando la filiera in uno strumento di marketing innovativo. La filiera produttiva viene documentata con semplicità, attraverso un’app, e trasparenza, utilizzando la blockchain. Tutte le informazioni dei prodotti sono immediatamente disponibili su diversi supporti e canali digitali, comunicati in un linguaggio semplice e moderno con l’integrazione di video ed immagini, fornendo ai produttori uno strumento innovativo per farsi conoscere.

Emiliano Raccagni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here