Una giornata in campo dedicata alla cipolla

0
1438

00113163 vaquero

Grande affluenza di operatori alla giornata in campo organizzata presso l’azienda agricola F.lli Ferrari, specializzata nella coltivazione della cipolla, per la presentazione delle nuove varietà di cipolle primaverili Nunhems® (e alcune varietà commerciali) coltivate con la gestione fitosanitaria di Bayer CropScience. L’evento si inserisce fra le attività formative di Bayer, che nel 2015 potenzia la collaborazione tra CropScience e Vegetable Seeds (operante in Italia sotto il brand Nunhems®), offrendo le proprie soluzioni, la professionalità e la specializzazione delle due strutture sul territorio. All’evento hanno partecipato diversi operatori del settore fra i quali agricoltori, commercianti, industriali, rivenditori e tecnici provenienti dalle aree del Nord Italia vocate alla cipolla. Storica, vocata, specializzata: se c’è una terra nel Nord Italia per la quale sia importante la coltivazione della cipolla questa è sicuramente la pianura compresa fra Alessandria e Voghera, con diramazioni verso Piacenza e Parma. La tradizione colturale, da tempo orientata alla coltivazione di cipolla sia a semina primaverile che a semina autunnale e che si traduce in consistenti consumi locali del bulbo, si sposa con condizioni pedoclimatiche molto favorevoli e in particolare con terreni forti, pesanti, capaci non solo di produrre ottime cipolle, ma anche di conferire, soprattutto alle bianche, il tipico colore brillante che le distingue e le rende apprezzate sui mercati. “Questo territorio è area di elezione per la coltivazione delle cipolle a marchio Nunhems®, ha affermato William Cavalieri, Sales Specialist Cipolla di Bayer CropScience Vegetable Seeds. “La nostra azienda, grazie al valore della propria genetica, vanta una lunga tradizione di impegno sulla cipolla e detiene attualmente un ampio assortimento varietale di cipolle a giorno lungo, cioè a semina primaverile”. Le varietà ibride Nunhems® a semina primaverile, raccolte da fine luglio a tutto agosto, sono interessanti sia per gli agricoltori, per l’eccezionale produttività, sia per i commercianti, che hanno a disposizione un prodotto affidabile e di ottima qualità, uniforme e monocentrico, ottimo per il mercato fresco e, se adeguatamente frigoconservato, anche per la lunga conservazione fino alla tarda primavera successiva. Sei sono le varietà ibride Nunhems® a semina primaverile presentate durante il field day: le bianche Cometa F1 e Solstice F1, le dorate Valero F1, Utrero F1 e Oloroso F1 e la rossa Countach F1. “Cometa F1, la bianca più coltivata in Italia e autentico riferimento di mercato, eccelle per l’elevata produttività. Solstice F1 si apprezza per il colore bianco brillante e il potenziale di conservabilità post raccolta fino a marzo-aprile. Valero F1, nonostante la precocità del ciclo produttivo, presenta un colore eccellente già alla scavatura. Utrero F1, a ciclo medio-tardivo, si caratterizza per il bellissimo colore bronzato e l’eccezionale potenziale produttivo. Oloroso F1, a ciclo medio-tardivo e al primo anno di commercializzazione, vanta una grandissima uniformità di pezzatura e colli molto fini e sottili. Infine, Countach F1, anch’essa a ciclo medio, si distingue per il colore rosso scuro interno ed esterno e la lunghissima conservabilità”, spiega Cavalieri. Benché il portafoglio varietale di cipolle a marchio Nunhems® sia già ampio, Mirko Barbieri, Product Specialist Cipolla di Bayer CropScience Vegetable Seeds, ha anticipato che “l’azienda punta attivamente a innovare e migliorare una gamma già molto competitiva. In tale prospettiva abbiamo molta fiducia nelle varietà precommerciali oggi presentate, che costituiscono il domani della nostra offerta”. “Un ottimo campo di cipolle non può prescindere da un’attenta gestione della difesa”, ha poi affermato Gabriele Panizza, specialista di Bayer CropScience per la difesa delle orticole nel Nord Italia. “La difesa inizia proprio dalle prime fasi, le più delicate, durante le quali la capacità competitiva della cipolla è limitata; occorre dunque lavorare il terreno fin da subito con erbicidi. E l’autorizzazione temporanea di 120 giorni del prodotto Challenge®, in attesa della registrazione definitiva, favorirà in futuro questa operazione” – ha spiegato Michele Scarabello, collaboratore tecnico commerciale di Bayer CropScience della provincia di Alessandria. “In questo campo abbiamo realizzato una linea di difesa con i migliori prodotti nati dalla ricerca Bayer CropScience: soluzioni efficaci e sostenibili per difendere al meglio la coltura a 360°”, ha aggiunto Gabriele Panizza. “Le malattie fungine, specialmente in annate umide ma temibili anche quando le piogge sono limitate e contenute, rappresentano l’ostacolo più difficile per l’agricoltore che deve anticiparne lo sviluppo con trattamenti preventivi. Volare®, grazie ai suoi due principi attivi, ha assicurato un controllo ottimale e costante della peronospora”.

In una corretta gestione del campo, inoltre, è essenziale alternare prodotti a differente meccanismo d’azione, così da evitare l’insorgenza di fenomeni di resistenza o gestire al meglio quelli eventualmente presenti. Tra questi prodotti si inserisce Melody® Compact che ha mostrato ottimi risultati. “Non bisogna infine trascurare i parassiti animali, in particolare il tripide della cipolla – ha continuato Michele Scarabello – “i danni che provoca sono gravi e immediati, lasciando quindi all’agricoltore poco margine di reattività”. Mesurol® 200SC è un prodotto storico e da sempre considerato l’insetticida di riferimento per il controllo di questi pericolosi parassiti. Rapido e abbattente, ha consentito di arginare il proliferare dell’insetto interrompendo lo sviluppo delle aree clorotiche dovute all’alimentazione dell’animale. Da sempre vicino agli orticoltori italiani, oggi Bayer offre un servizio ancora più ampio grazie alla più stretta collaborazione tra le strutture di CropScience e Vegetable Seeds, per posizionarsi come miglior partner per la filiera orticola.

Per partecipare alle prossime giornate in campo di Bayer CropScience, clicca qui.