Un tris di novità per Berti Macchine Agricole

0
418

Berti Macchine Agricole si dedica con grande successo al miglioramento delle tecnologie della meccanizzazione agricola. Ne sono esempi le nuove trinciatrici TFB/YE, TA/MF e TA/MF: un tris di novità che Berti ha esposto ad Eima 2021.

Trinciatrice TFB/YE

È una nuova trinciatrice nata dal reparto Progettazione di Berti Macchine Agricole per soddisfare le richieste pervenute da molti operatori dei settori frutticoltura e della manutenzione professionale di grandi aree verdi che evidenziavano la necessità di una trinciatrice polivalente per poter lavorare:per quanto riguarda la frutticoltura, in diversi sistemi di cultivar nel classico impianto a spalliera e negli impianti a cono/vaso ritardato. Per quanto concerne la manutenzione del verde e la gestione dei residui colturali, le richieste degli operatori evidenziavano la necessità di una trinciatrice capace di adeguarsi agevolmente alle irregolarità dei bordi campo e alla presenza di alberi o altri ostacoli nell’area su cui si opera. La flessibilità della nuova Berti TFB/YE consiste, oltre che nella capacità di trinciare con grande efficienza differenti tipologie di biomasse vegetali, nell’adeguarsi perfettamente all’ambiente di lavoro. Per esempio, può lavorare centralmente al trattore negli impianti a spalliera e completamente decentrata negli impianti a cono/vaso ritardato. Questo grazie alla traslazione laterale che avviene tramite l’utilizzo di due bracci a parallelogramma. La nuova TFB/YE si rivela quindi ideale in frutticoltura, nella manutenzione di grandi aree verdi e nella gestione dei residui vegetali. TFB/YE, come tradizione Berti, è realizzata con acciaiai speciali e componentistica di alta qualità ed è disponibili nelle larghezze di 180 – 200 – 220 cm.

Trinciatrice TA/MF

Berti TA/MF è una nuova trinciatrice anteriore, ideale per la trinciatura di erba ed arbusti lungo strade e canali, indicata prevalentemente per i manutentori professionali del verde. La TA/MF è stata realizzata poter consentire all’operatore un utilizzo agevole e sicuro. Infatti, l’aggancio al sollevatore anteriore consente un migliore controllo sul lavoro e lascia a disposizione il sollevatore posteriore della trattrice che può essere utilizzato per collegare un’altra attrezzatura, come per esempio un braccio decespugliatore. In tal modo, è possibile compiere in un’unica passata lo sfalcio di un bordo banchina e di un fossato. La struttura della nuova Berti TA/MF è composta da due parti: un castello di attacco ai tre punti del trattore, costruito in acciaio speciale, traslabile idraulicamente su steli cromati e una testata di trinciatura con larghezze di lavoro di 160 – 180 – 200 cm capace di lavorare verticalmente, orizzontalmente e inclinata verso il basso di 60°. Il telaio dispone anche di un sistema di sicurezza meccanico che protegge la trinciatrice in caso di urti.

Decespugliatrice forestale KX/SSL

La nuova decespugliatrice forestale Berti KX/SSL è stata concepita per l’impiego con minipale/skid steer loader di media potenza e si integra pienamente, per capacità e prestazioni, nella già ampia gamma di trinciatrici idrauliche forestali di Berti Macchine Agricole. La nuova Berti KX/SSL è dotata di un rotore ad utensili fissi in grado di trinciare erba ed arbusti fino a 12 cm di diametro. Il cofano ad apertura idraulica permette un agevole accesso al rotore per le operazioni di manutenzione. Berti KX/SSL è dotata di attacco universale SAE J2513 e può essere applicata su ogni tipo di mini-pala. Su richiesta è possibile personalizzare l’attacco per altre macchine operatrici. Inoltre, Berti KX/SSL offre la possibilità di installare motori idraulici a cilindrata fissa o variabile. É disponibile con larghezze di lavoro di 150 e 170 cm.

A cura di Pier Luigi Scevola