Trinciatrici per la manutenzione degli impianti fotovoltaici

0
549

Marco Morelli, dell’azienda Hydro Solar Srl, è cliente di Seppi M. Ci spiega come le trinciatrici possono essere indispensabili anche nel campo degli impianti fotovoltaici. La ditta Hydro Solar Srl si occupa della costruzione e manutenzione di impianti fotovoltaici ed utilizza le trinciatrici Seppi M per la manutenzione degli impianti stessi, che possono coprire anche grandi superfici. L’azienda di Marco Morelli lavora da due anni con le trinciatrici SEPPI M., acquistate dal concessionario Pontina Trattori srl di Pontinia (LT). Ha arricchito il suo parco macchine inizialmente con una SMO 225 con accessorio interfilare XSC, successivamente ha acquistato un’altra SMO con stesso allestimento ed ha aggiunto recentemente una trincia ad assetto variabile per gli argini modello SMWA AVS 175. Le trinciatrici SEPPI M modello SMO sono dotate di accessorio ruota interfilare modello XSC 70 con le lame orizzontali, per tagliare l’erba sotto i panelli solari. Il compito delle trinciatrici inizia già nella fase di costruzione degli impianti. Bisogna tagliare e sminuzzare diverso materiale vegetale, che cresce intorno negli impianti e fossi, coperti di rovi, canne ed erba. Come spiega il Sig. Morelli, la trinciatrice SEPPI è stata scelta dopo la sua esperienza negli anni passati con le macchine di diversi marchi. La trinciatrice SEPPI SMO con larghezza di lavoro 225 cm è stata scelta per la sua robustezza e qualità della costruzione. La velocità periferica del rotore e il telaio in forma aerodinamica permettono di lavorare a velocità molto elevata (con un trattore di 100 CV la trincia SMO con la ruota interfilare riesce lavorare bene a velocità fino a 10 km/h con il risultato di trinciato ottimo).

La manutenzione della macchina è molto semplice. I martelli, costruiti di acciaio forgiato e temperato, montati sul rotore in modo elicoidale, sono da cambiare in questo caso dopo ca. 350 ore di lavoro. Il cambio è molto facile, una sola vite autobloccante fissa il martello sul rotore con massima sicurezza. La ruota interfilare XSC fissata con un sistema di attacco rapido X-fast sulla trinciatrice, taglia l’erba negli spazi sotto i pannelli fotovoltaici. Questi sono inclinati, quindi lo spazio è molto ridotto. La ruota XSC con il profilo basso riesce ad arrivare sotto la parte bassa eliminando l’erba anche negli spazi difficilmente accessibili. La trinciatrice invece elimina l’erba e residui vegetali nei filari e sotto la parte alta dei panelli, là dove è possibile entrare con il trattore. Con i martelli SMO è possibile trinciare l’erba e gli arbusti fino a 7 cm di diametro. Il telaio costruito in acciaio ad alta resistenza S420 garantisce la massima resistenza all’usura. Il modello SMO può essere configurato in base alle esigenze con uno spostamento laterale o con l’attacco reversibile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here