Tony 8700 e 8900, i “gommati” per alte professionalità

0
168

 

La Serie Tony di Antonio Carraro ottimizza prestazioni e consumi con macchine destinate prevalentemente all’agricoltura di precisione per semplificare e velocizzare le attività. Si tratta di 5 modelli a trasmissione ibrida meccanico-idrostatica tra cui Tony 8700 V (sopra): il primo trattore AC a telaio convenzionale con trasmissione idrostatica.

In particolare, Tony 8700 V “stretto” & “strettissimo” è dotato di funzioni digitali e software che semplificano il lavoro ed è congegnato per le coltivazioni a filare stretto. Tony 8700 V “stretto”  con carreggiata di 122 cm è destinato agli operatori agricoli che necessitano di stabilità in pendenza e grandi capacità di carico mentre la versione strettissima di 99 cm è stata congegnata per lavorare in contesti con spazi molto angusti. Il design e le architetture di costruzione rendono Tony 8700 V (qui sotto), agile e maneggevole in capezzagna, dove la manovrabilità e la precisione sono determinanti. Tony 8700 V offre un alto livello di prestazioni, sicurezza e comfort anche con attrezzature posteriori, anteriori e ventrali applicate in combinata.

La trasmissione Tony è compatta ed offre funzioni automatiche gestite dal sistema operativo ITAC (Intelligent Tractor AC), come il Tractor Management Control (TMC) che semplifica tutte le operazioni del conducente. È il principale comando centralizzato che gestisce motore e trasmissione in modo che il trattore lavori sempre in condizioni ottimali e garantisce diverse funzionalità, per esempio: il mantenimento dei parametri costanti durante le lavorazioni in salita e in discesa. L’operatore può impostare, personalizzare e memorizzare i parametri per qualsiasi tipo di lavoro, richiamando le impostazioni quando è necessario ed impartendo eventuali modifiche durante le fasi di lavoro. La velocità è indipendente dal numero di giri del motore: entrambi sono programmabili separatamente. Il range di velocità spazia da soli 100 m/h fino a 40 km/h.

L’impianto idraulico si avvale di pompe meccaniche ad ingranaggi e di una pompa idraulica variabile a pistoni. La gestione load-sensing delle pompe e il circuito con tubi a sezione maggiorata riducono le perdite di carico consentendo di lavorare a basso regime motore con alte portate idrauliche. La capacità del serbatoio idraulico è di 35 l e prevede 2 scarichi Zero-Pressure: uno posteriore ed uno ventrale. La portata idraulica è fino a 137 l/min con una pompa a portata variabile che si attiva solo in caso di utilizzo. Sono disponibili fino a 9 distributori a doppio effetto elettronici indipendenti (4 posteriori e 5 ventrali).

La cabina AIR V offre un posto di guida dal massimo comfort operativo. La guida è monodirezionale, la postazione è situata su una piattaforma spaziosa sospesa su silent-block ed elementi insonorizzanti. Il baricentro ribassato e il tunnel centrale snello consentono di lavorare comodamente senza affaticamenti. La cabina, a 4 montanti, consente una visuale libera su tutti i fronti. Inoltre, la visuale diretta sull’attrezzo offre la sensazione che il posto di guida sia posizionato sopra l’attrezzo. Inoltre, è disponibile una climatizzazione automatica gestibile dal display digitale. È pressurizzata in Cat. 2 e 4 ed omologata Fops e Rops. È dotata di fanali posteriori a led, integrati nel tetto: la loro posizione rialzata conferisce massima visibilità anche con attrezzature portate. Gli specchietti retrovisori sono a regolazione elettrica.

Tony 8900 TR (sopra) e SR rappresentano il non plus ultra della Casa veneta in materia di trasmissione idrostatica gestita da un software che permette all’operatore di personalizzare il proprio lavoro in tutte le sue fasi. La trasmissione adotta la tecnologia SIM – Shift In Motion: offre 4 gamme di velocità a controllo elettronico, inseribili da fermo o in movimento. Tony 8900 TR e SR si avvalgono del motore Kubota 4 cililindri, Stage V che offre la potenza di 72,4 CV ed è dotato di turbocompressore e Common Rail.

I trattori Tony a telaio sterzante (TR) e articolato (SR) sono compatti, isodiametrici, oltre ad essere adatti alle lavorazioni dell’agricoltura di precisione, sono idonei anche per semine, concimazioni, diserbi e trattamenti, ove la velocità di lavoro costante rende il risultato omogeneo, inoltre esaltano il rendimento del lavoro grazie anche ai bassi consumi di carburante. A richiesta, montano cabina AIR omologata FOPS, ROPS e pressurizzazione con certificazione in Cat. 4 che garantisce l’isolamento dell’operatore da inalazioni nocive di polveri, aerosol e vapori.

A cura di Pier Luigi Scevola

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here