Sinergie per elevate versatilità, performance e robustezza

0
458

McCormick ha ideato 5 nuove serie di caricatori frontali applicabili a tutta la gamma dei trattori del brand, dall’X2 di 47 CV all’X7 VT-Drive di 240 CV. Inoltre, ha dotato i nuovi caricatori frontali di telai in acciaio di altissima qualità e di un design innovativo che rispecchia pienamente lo stile McCormick. Ecco le gamme e le caratteristiche salienti dei nuovi caricatori frontali proposti da McCormick per incrementare ulteriormente le possibilità d’impiego dei propri trattori.

Gamma Mp, presenta un telaio monoscocca in acciaio speciale Domex di massima qualità che risulta ideale a garantire robustezza e longevità. Il design McCormick, in questo caso sfrutta la più innovativa ergonomia per conferire alla cabina la massima visibilità, grazie a bracci sottili ma in grado di contenere sia i tubi dell’impianto idraulico, sia il sistema di sospensione.

Gamma Mt, anche questa gamma di caricatori frontali McCormick è caratterizzata dal telaio monoscocca in acciaio speciale Domex. Grazie al design McCormick dai bracci snelli, la gamma Mt è capace di grande efficienza.

Gamma Mi, strutturata con un telaio rinforzato a sezione rettangolare in acciaio speciale HLE ad alto limite di elasticità, questa gamma di caricatori frontali McCormick coniuga convenienza e alte performance.

Gamma Mc, rappresenta la gamma base di caricatori frontali McCormick ed è realizzata con un telaio a sezione rettangolare in acciaio speciale HLE di alta qualità.  La Gamma Mc associa prezzo vantaggioso, un’ottima versatilità e grande facilità di utilizzo.

Gamma Compact, caratterizzata da caricatori frontali dal design funzionale sotteso alla riduzione del peso e dell’ingombro del caricatore, prevede un telaio in acciaio speciale HLE di elevata qualità.

Trattori e caricatori frontali McCormick creano la sinergia ideale, capace di aumentare produttività, comfort e sicurezza. Le principali caratteristiche che consentono di raggiungere tali risultati sono:

– Versatilità, in quanto sono ideali per l’impiego in agricoltura e nell’ambito forestale, così come nelle municipalità, per la manutenzione del verde ed il servizio di sgombero neve. Infatti, ai caricatori McCormick è abbinata una vasta gamma di attrezzi terminali.

– Alte Performance e comfort, grazie all’eccellente auto-livellamento della benna, alla maggiore capacità di carico e alla maggiore estensione in altezza.

Robustezza, la dotazione di serie del sistema pushpull o della piastra multiconnessione Faster, uniti a fiancate studiate per ripartire il peso su 3 punti (frontalmente, al centro e posteriormente), riduce l’usura dell’assale anteriore. La verniciatura, grazie alla sua elevata qualità, resiste alle intemperie e all’usura in campo.

Oltre a tutto questo, McCormick ha realizzato nuovi modelli di joystick che assicurano grande comfort nell’utilizzo con una gestione precisa e docile dei movimenti dei caricatori frontali. Il joystick McCormick può anche essere montato in un secondo momento scegliendo tra le diverse gamme proposte:

– TC Basic, in grado di governare due linee idrauliche.

– TC Profi, provvisto di 3 pulsanti per gestire i distributori dotati di terza linea idraulica, inoltre può comandare anche il cambio marcia.

– TC Advanced, caratterizzato da 8 pulsanti, gestisce i distributori dotati di terza e quarta linea idraulica, o di sgancio idraulico dell’attrezzo terminale, gestendo anche il cambio marcia.

– TC Speed, un comando elettronico proporzionale che comunica via CAN-bus e governa i distributori elettroidraulici.

 

McCormick ha realizzato anche Velotak, l’innovativo sistema di aggancio e sgancio veloce del caricatore: basta muovere una leva e in un attimo la manovra è compiuta, in totale sicurezza senza usare attrezzi e perni. Inoltre, grazie ai piedi di appoggio l’operazione si può effettuare su ogni tipo di terreno e di pendio.

McCormick ha pensato anche alle soluzioni utili per la manutenzione efficace, veloce e senza stress: le fiancate di tutti i caricatori consentono un accesso agevole ad ogni punto di manutenzione del trattore, garantendo un reale risparmio di tempo e fatica per l’operatore.

A cura di Pier Luigi Scevola