Si festeggiano i primi 175 di Case IH

0
1317

CASE IH ha recentemente organizzato a Bratislava un evento dimostrativo durante il quale, in due fitte giornate, si sono susseguiti gli interventi dei principali referenti CASE IH, FPT e FIRST FARM, l’azienda operante in Slovacchia, Romania ed Ungheria, che all’interno dei suoi 9300 ha di terreno ha ospitato la sessione di campo della presentazione. Motivo principale per l’organizzazione delle due giornate, che hanno visto protagonisti il celebre QuadTrac, il versatile Maxxum ed il potente Puma, sono stati i festeggiamenti dei primi 175 anni di attività di produzione di macchine agricole targate CASE IH. Nel 2017 sono difatti trascorsi ben 35 lustri dalla fondazione dell’azienda, che dalle sue linee di montaggio ha visto nascere il primo trattore a vapore per utilizzo agricolo arrivando fino alle modernissime tecnologie EfficentPower, in grado di garantire il rispetto delle stringenti normative anti-inquinamento Stage IV.

QuadTrac CVX

Efficienza dei consumi di carburante, trasmissione a variazione continua, trazione integrale permanente su quattro cingoli snodati capaci di una pressione sul terreno minore di quella scaricata da un uomo a piedi e 613 cavalli di potenza massima sono il cocktail perfetto offerto da CASE IH ai clienti più esigenti. Il QuadTrac CVX è difatti il primo trattore articolato cingolato disponibile con il sistema di trasmissione continua, capace di ridurre notevolmente le emissioni di rumore, la difficoltà di utilizzo da parte di operatori meno esperti, aumentando la regolarità di erogazione della potenza e la resa del carburante, grazie al ridotto numero di giri motore a parità di lavorazione. Nel 2017 nasce quindi la gamma QuadTrac CVX CASE IH, a fianco della già collaudata gamma Powershift.  I modelli CVX saranno disponibili con motorizzazioni da 525cv per il modello 470 CVX, 558 cv per il modello 500 CVX e 613 cv per il modello di punta 540 CVX.

Maxxum

Maxxum è sinonimo di agilità, di efficienza in movimento, di manovrabilità ai massimi livelli. Proprio per questo motivo la gamma di trasmissioni disponibili per il compatto di casa CASE IH cresce, vedendo nascere la nuova trasmissione ActiveDrive 8, capace di 48 rapporti (24 in avanti + 24 in dietro), in grado di rendere notevolmente più efficiente e rilassante il trattore durante le normali manovre di campo. Per un più ergonomico utilizzo della trasmissione, il pedale del freno assume anche la funzione di “Brake-Clutch” permettendo di arrestare il trattore senza rilasciare il comando di acceleratore a mano e senza azionare il pedale della frizione o l’invertitore. Con questa funzione vengono incredibilmente migliorati la sicurezza ed il comfort di utilizzo del trattore in corrispondenza di incroci o durante l’utilizzo con il caricatore frontale.

Puma

La gamma Puma, motorizzata con il propulsore da 6,7 litri di FPT Industrial è stata sottoposta a numerosi aggiornamenti volti al miglioramento del comfort dell’operatore e al rispetto dei rigorosi standard di emissioni richiesti dalle normative Stage IV. L’assale anteriore, ora dotato di un doppio accumulatore integrato, è in grado di assorbire le asperità del manto stradale anche alla velocità di 50 km/h (possibile sulle strade oggetto del test). Nel frattempo anche la massa dei modelli Puma Multicontroller e CVX è stata incrementata rispettivamente di 650 e di 1000 kg aumentandone notevolmente la stabilità in caso di trasferimento con macchina collegata al sollevatore posteriore. I modelli Puma dal 185 Multicontroller al 240 CVX possono ora essere equipaggiati con il sistema ASC (Adactive steering control), un sistema di sterzatura variabile in grado di aumentare o ridurre in tempo reale il numero di giri della corona del volante, necessari per raggiungere il fine corsa dell’angolo di sterzata delle ruote.

FPT Industrial ed HI-eSCR2

Si scrive HI-eSCR2 ma si legge Tecnologia ed Innovazione, mantenendo le stesse dimensioni di sempre. HI-eSCR2 è l’evoluzione diretta della HI-eSCR, utilizzata per la filtrazione dei gas di scarico conformemente alla attuale Stage IV. Con la nuova evoluzione, FTP industrial è però già pronta al rispetto alle imminenti nuove regole sulle emissioni Stage V che entreranno in vigore nel 2019 in tutta Europa. La differenza è riassumibile in un nuovo specifico sistema di filtrazione integrato all’interno del modulo SCR (Riduzione Selettiva Catalitica) che non richiede però nessun tipo di modifica del veicolo, mantenendo quindi le caratteristiche di visibilità e di ergonomia. Anche la produttività ed i costi di gestione non subiscono cambiamenti con l’avvento del HI-eSCR2, grazie al sistema di post trattamento “For Life” che permette agli utenti di non avere ulteriori spese di manutenzione.

Articolo di Marco Delmastro