Si è svolto il Contoterzista Day 2022

0
1190

Si è svolto sabato 3 dicembre il Contoterzista Day 2022, giunto ormai alla sua undicesima edizione e ospitato da un costruttore leader nella produzione di assali e sospensioni per macchine agricole, la ADR di Uboldo (Varese).

A organizzarla come sempre è la rivista Edagricole di New Business Media – Gruppo Tecniche Nuove. L’evento di quest’anno era intitolato “Agromeccanico, un lavoro sempre più per veri professionisti”, e si è svolto alla presenza di 300 contoterzisti provenienti da tutta Italia.

Il presidente di Cai Agromec Gianni Dalla Bernardina ha ribadito la principale richiesta della categoria, ossia l’ingresso degli agromeccanici all’interno del settore agricolo.

Ivo Nardella, amministratore unico del gruppo editoriale Tecniche Nuove, ha portato il suo saluto, evidenziando anche l’eccellenza produttiva che da sempre è caratteristica dei prodotti made in Italy.

Michele Pisante dell’Università degli Studi di Teramo ha affrontato il problema, molto sentito tra gli agromeccanici,  dell’aumento dei costi, della condizionalità rafforzata e degli ecoschemi della nuova Pac”. Difatti Bruxelles ha approvato il Piano strategico nazionale della nuova Pac 2023 – 2027 ed ora ci sono nuove prospettive per gli agromeccanici.

Per quanto riguarda le materie prime, invece, rispetto ai prezzi del 2007, su carburanti e materie prime nel 2022 abbiamo un incremento dell’80%, soprattutto riguardanti gasolio e fertilizzanti.

Lorenzo Iuliano di FederUnacoma ha parlato di rimorchi e Mother Regulation e di come la legislazione possa condizionare la progettazione. I rimorchi trainati da trattori possono ora trasportare masse maggiori, grazie al miglioramento tecnologico imposto dalle nuove norme. Il monoasse passada 6 a 10 tonnellate, il tandem da 14 a 20, il triasse da 20 a 30 e il 4 assi arriva fino a 40 tonnellate. Questo grazie ad assali sempre più evoluti. La lunghezza del treno agricolo, inoltre, da 16,50 metri è passata a 18,75 metri.

In un rapido talk show si sono poi confrontati alcuni contoterzisti, che hanno ribadito l’importanza di una componentistica di qualità, efficiente e che richieda poca manutenzione.

In conclusione, il presidente di ADR Group Flavio Radrizzani (nella foto in apertura), ha ripercorso la storia della sua azienda, specializzata nella produzione di assali e sospensioni per macchine agricole, fondata negli anni Cinquanta per iniziativa dei propri genitori. Nel corso dei decenni, con una oculata gestione a livello familiare e con una serie di acquisizioni estere, ADR System si è affermata come leader globale nel settore.