Riordino dei Consorzi di Bonifica

1621

Il riordino dei Consorzi di Bonifica: titolo dell’incontro svoltosi a Cremona Fiere, in occasione di BioEnergy.
Giovedì 15 marzo si è tenuto, nel corso di BioEnergy, un convegno organizzato da Confagricoltura Lombardia e da Regione Lombardia, inerente all’attuale processo di riordino dei Consorzi di Bonifica.
L’incontro ha consentito di fare il punto sul processo attualmente in atto di riorganizzazione e accorpamento dei Consorzi di Bonifica sul territorio lombardo, che a decorrere dal 2013, si ridurranno a soli 12 enti operanti. Secondo le procedure previste dalla Legge Regionale n°25/2011, in particolare, specifici organismi collegiali avranno il compito, nel corso dei prossimi mesi, di redigere una ricognizione sullo stato dei Consorzi soggetti a fusione e di condurre i nuovi Consorzi alle elezioni dei consigli di amministrazione, previste entro il 15 dicembre 2012.
I temi principali emersi hanno riguardato essenzialmente le motivazioni che hanno portato alla necessità di riordinare i Consorzi. Così come esposto dagli Assessori, tale previsione si è resa necessaria al fine di salvaguardare l’esistenza stessa dei Consorzi, entità di storica ed imprescindibile importanza, sia per il sostegno alla produzione agricola, che per la difesa dai rischi di dissesto idrogeologico e per la promozione e riqualificazione territoriale.
In tale contesto, così come sottolineato dal Vice Presidente di Confagricoltura Lombardia, Renato Giavazzi, risulta attualmente di notevole importanza la revisione del regolamento elettorale, che deve portare a meccanismi di definizione della rappresentatività all’interno dei consigli di amministrazione che assicurino alla governance agricola un ruolo fondamentale, garantendo democraticità e una presenza significativa delle minoranze, soprattutto nelle fasce elettive.