Potenza e bellezza del Valtra S 324

0
386

Valtra S 324 è un trattore dal potente motore Agco Power e dalla trasmissione continua AVT che assicurano prestazioni eccellenti nei lavori pesanti. Infatti, Valtra S 324 adotta il motore Agco Power 8.4 AWF Stage V: un 6 cilindri di 8,4 Litri con due turbocompressori sequenziali per ottenere una coppia più elevata a temperature di scarico e regimi più bassi. Questo motore offre la potenza massima nominale di 320 CV (235 kW) e una coppia massima di 1390 Nm che, grazie alla funzione booster, aumentano a 1500 Nm di coppia massima e 350 CV (257 kW) di potenza massima. I parametri dello Stage V sono ottenuti grazie alla tecnologia SCR con AdBlue. Tra l’altro questo motore vanta i consumi più bassi della sua categoria.

La trasmissione AVT del Valtra S 324 presenta aree di lavoro diverse a seconda delle applicazioni in cui può essere impegnato il trattore. L’area di lavoro A è ideale per le situazioni operative che richiedono una notevole forza di trazione, mentre l’area di lavoro B è ideale per il trasporto su strada. Questo consente un’ottimizzazione della forza di trazione e dell’efficienza della trasmissione ottenendo migliori risultati operativi.

L’impianto idraulico si avvale di una pompa a pistoni Load Sensing che offre una portata standard di 205 l/min e consente al sollevatore posteriore una capacità di 120 kN e al sollevatore anteriore una capacità di 51 kN. Tra l’altro, l’aumento di potenza della funzione booster che Valtra denomina Sigma Power viene fornita non solo per i lavori con la PTO o quando lo richiede l’impianto idraulico ma anche in caso di guida a velocità superiori a 20 km/h.

La cabina è dotata della sospensione pneumatica a quattro punti AutoComfort e di climatizzatore con ventilazione del sedile del conducente fornita di serie. Oltre ad un ambiente di lavoro confortevole, sicuro e silenzioso la cabina offre il bracciolo Valtra SmartTouch permettendo di avere tutte le funzioni del trattore a portata di mano e la possibilità di personalizzare i tasti funzione.

A cura di Pier Luigi Scevola

Guarda il Video