Pneumatici e terreni in pendenza, come fare?

0
370

Guidare una macchina agricola da 3 tonnellate in un campo è una cosa, farlo su un terreno in pendenza è tutt’altra faccenda. E non parliamo di difficoltà operativa, di sforzo meccanico, parliamo soprattutto di sicurezza dell’operatore. Il rischio di ribaltamenti o incidenti in determinate situazioni è alto, per questo i produttori di trattori così come quelli di pneumatici, rinnovano e migliorano di anno in anno la propria offerta, con l’obiettivo di incrementare sempre più sicurezza e prestazioni.

BKT ha raccolto negli anni moltissime casistiche e dati, grazie al dialogo costante con i propri utilizzatori. Partendo dall’esperienza sul campo, la sua squadra di esperti può suggerire il prodotto che meglio si adatti al tipo di lavoro richiesto. E quando c’è di mezzo la sicurezza, questa tipologia di consulenza diviene ancora più importante.

Cosa dovremo tener conto allora, nella scelta di uno pneumatico che meglio si adatti ai terreni in pendenza? Pressione, battistrada, larghezza, struttura, impronta, mescole, misure, sono dettagli che devono di volta in volta incrociare altri parametri, come la tipologia di macchina su cui verranno montati, il lavoro che ci si attende queste macchine dovranno fare, il ritmo di ore di lavoro, le condizioni e l’inclinazione dei terreni e così via. Una scelta da esperti, insomma.

Pressione.

Nel caso di lavori su terreni in pendenza questo è il parametro più importante. La conseguenza più banale di un gonfiaggio inadeguato è che potenzialmente questa situazione consente alla forza laterale di far rotolare lo pneumatico fuori dal cerchio; quando si superano gli 11 gradi di pendenza, gli pneumatici subiscono infatti una forte sollecitazione del fianco e del tallone, con conseguente danneggiamento e possibile stallonamento.

Ben più grave, se si scegliesse per esempio di utilizzare pneumatici radiali con le pressioni d’aria consigliate per la normale attività agricola, questi potrebbero non essere in grado di sopportare il peso aggiuntivo – dovuto all’incremento della forza laterale dovuta alla gravità – e ciò potrebbe portare a potenziali e pericolosi ribaltamenti del mezzo.

La pressione minima raccomandata per le condizioni normali è di 0,6 bar (9 psi), ma per pendenze fino al 20% la pressione di gonfiaggio può essere aumentata fino a +25% senza superare la pressione di gonfiaggio nominale massima dello pneumatico. La pressione viene incrementata in funzione della pendenza, pertanto è sempre consigliato condurre un’analisi della distribuzione dei carichi.

Tecnicamente, durante le operazioni in salita o in pendenza, le conseguenze principali dell’aumento di pressione dell’aria di gonfiaggio sono svariate. Tra queste: il miglioramento dell’aderenza del tallone dello pneumatico alla ruota (che fornirà una maggiore stabilità del tallone sulla base di appoggio del cerchio); la riduzione della flessione dei fianchi; e una ottimale impronta a terra che faciliterà il corretto rotolamento dello pneumatico, ottimizzandone la trazione.

Battistrada e misure

Anche questi elementi influiscono su sicurezza e resa degli pneumatici su terreni in pendenza. Generalmente gli pneumatici radiali sono i più diffusi nelle applicazioni in collina, sia sui trattori che sulle mietitrebbie; per loro natura, infatti, hanno un’impronta a terra più piatta e più ampia rispetto agli pneumatici convenzionali, fornendo per questo una migliore trazione e stabilità laterale.

Il disegno del battistrada può favorire una migliore resa del mezzo sull’erba viscida o scivolosa e può rotolare senza danneggiare il terreno sul quale si opera. Non dimentichiamo che minore slittamento significa migliore efficienza, di conseguenza maggiore risparmio di carburante e minore usura dello pneumatico stesso. Per quanto riguarda le dimensioni, gli pneumatici con diametri minori e larghezze maggiori garantiscono una migliore stabilità e per questo motivo sono da preferire.

Ecco i prodotti che BKT propone per le applicazioni nei lavori in pendenza:

TRAC SUPER È uno pneumatico radiale particolarmente idoneo per applicazioni su vaste superfici, come prati, parchi, ampi percorsi stradali e capace di straordinaria stabilità su terreni con pendenze.

La sua struttura con cintura in acciaio assicura un’ottima guida liscia abbinata alle migliori prestazioni di trazione e stabilità. Per queste caratteristiche è particolarmente adatto per le macchine che devono operare in ambiti collinari, che per avere capacità di carico ottimali, devono contare su uno pneumatico largo che dia stabilità e su un disegno che garantisca trazione in ogni situazione.

AGRIMAX RT 765 – Questo pneumatico della serie 70 di BKT, grazie alla sua ampia area di contatto garantisce trazione e comfort ottimali su tutte le superfici, in qualsiasi momento. È indicato per equipaggiare macchine che devono lavorare su pendenze di leggera e media entità, in applicazioni pesanti, quali lavorazioni del terreno, spostamenti su campo e su strada, vendemmia e irrorazioni, assicurando allo stesso tempo una compattazione del suolo ridotta.

Con elevate proprietà di auto pulitura, AGRIMAX RT 765 è disponibile in numerose misure, alcune delle quali dotate di cinture in acciaio, per una resistenza ancora maggiore. Alcune misure di questo prodotto sono anche ideali per i trattori isodiametrici.