Per il trattamento degli scarti urbani

0
1387

Compostatore ENEA per riciclaggio rifiuti organici

La frazione costituita dalla componente biodegradabile rappresenta la maggioranza relativa dei rifiuti urbani, circa il 30% del totale in termini di peso e ancora di più in termini economici, con oltre il 40%. Il compostaggio è il processo attraverso cui la frazione organica del rifiuto viene riciclata. Accanto alle tecniche del compostaggio industriale e del compostaggio domestico, negli ultimi anni si sono avviate, in particolare nei Paesi del Nord Europa, le prime esperienze di compostaggio di “comunità”, con l’utilizzo di macchine di piccole dimensioni e costi ridotti (20.000-30.000 euro), adatte al trattamento in loco (a km 0) di frazioni organiche prodotte da collettività quali condomini, mense, hotel, comunità isolate e isole minori. ENEA svolge attività di sviluppo tecnologico presso la stazione sperimentale “ASTRO”, nel Centro Ricerche Casaccia, utilizzando diverse tipologie di compostatori di comunità (Comar, SANTAS e Big Hanna), che vengono alimentati con i rifiuti prodotti giornalmente dalla mensa della Casaccia. Dopo un anno di sperimentazione in Casaccia, il compostatore Joraform 5100 da 25 kg/giorno, è attualmente installato nell’isola di Favignana. La tecnologia del compostaggio di comunità può rivelarsi di grande interesse, per le aziende di settore che devono gestire la raccolta differenziata dei rifiuti. Le attività di sviluppo, dimostrazione e trasferimento tecnologico sono mirate a fornire informazioni, indicazioni e dati su ottimizzazione dei parametri operativi ai fini della qualificazione del compost; tecniche di monitoraggio ai fini della conduzione e dell’ispezione; tariffazione e piani di ammortamento; divulgazione, formazione e campagne di sensibilizzazione; normative e linee guida da adottare.