New Holland  FR Forage Cruiser “60th Anniversary Special Edition”

0
515

 

New Holland Agriculture celebra il 60° anniversario dalla produzione della sua prima trinciacaricatrice semovente con la versione celebrativa “60th Anniversary Special Edition” della sua FR Forage Cruiser. Le macchine avranno una livrea caratteristica con decalcomania del 60° anniversario, decalcomania modello New Holland e foglia color argento. Inoltre offriranno vantaggi esclusivi, tra cui MyPLM®Connect, UpTime Solutions e UpTime Warranty di serie a seconda del mercato.

Henrik Aaskov Hansen, Global Product Manager per le trinciacaricatrici semoventi di New Holland, ha così commentato: “Negli ultimi 60 anni, le trinciacaricatrici New Holland hanno costantemente superato i propri limiti in termini di prestazioni, offrendo insilati della massima qualità per soddisfare le richieste più esigenti degli allevamenti zootecnici. Più di recente, le nostre FR Forage Cruiser si sono rivelate risorse preziose nella produzione di biomassa, attività che sta crescendo rapidamente in risposta alla crescente domanda di combustibili ecosostenibili. Apprestandosi a tagliare questo importante traguardo, le trinciacaricatrici New Holland dimostrano come la loro versatilità aiuti i nostri clienti a migliorare la propria redditività e a cogliere appieno le opportunità di nuovi flussi di entrate”.

Ecco le principali tecnologie delle trinciatrici semoventi New Holland FR Forage Cruiser.

Il sistema Power CruiseTM assicura la massima capacità in campi con densità di prodotto variabile, mentre le testate all’avanguardia sono in grado di lavorare erba, mais e foraggio integrale. La tecnologia HydroLoc garantisce una lunghezza di taglio costante indipendentemente dal tipo di prodotto e dalle variazioni di carico, il tamburo trinciante robusto con un’ampia gamma di configurazioni soddisfa le più differenti esigenze, dal taglio corto per biomassa a quello a taglio lungo per alimentazione animale.

Grazie all’ampia offerta di rompigranella, dal rompigranella convenzionale al più prestante DuraCracker arrivando fino al rompigranella DuraShredder per la lavorazione sfibrata degli stocchi di mais, è possibile ottenere diverse tipologie di lavorazione per meglio rispondere alle esigenze dell’allevamento o dell’impianto biogas.

Tra le tecnologie New Holland che consentono di produrre un insilato di migliore qualità, ideale sia per l’alimentazione animale che per gli impianti a biomasse, citiamo il sistema ActiveLOCTM che regola automaticamente la lunghezza di taglio per garantire il massimo profilo nutrizionale in funzione dell’effettivo tenore di umidità di ogni singola andana. La tecnologia di analisi dei nutrienti tramite sensore a infrarossi (NIR), denominata NutriSenseTM, fornisce preziosi dati sugli elementi nutritivi contenuti nei prodotti raccolti dalla trinciacaricatrice.

I dati sono visualizzati sul portale MyPLM Connect aiutando gli agricoltori a prendere decisioni per commercializzare i loro prodotti in modo più redditizio e per meglio calibrare i fattori produttivi al fine di ottimizzare le rese future. Grazie a MyPLM Connect di New Holland, l’agricoltore è sempre connesso alla macchina e può inviare e ricevere in tempo reale informazioni che lo aiutano a lavorare in modo più efficiente, produttivo e redditizio.

Florian Schmitt, Europe Product Marketing Manager per le trinciacaricatrici foraggere semoventi di New Holland, ha dichiarato: “Le evoluzioni tecnologiche dell’attuale FR Forage Cruiser consentono all’operatore di controllare un’ampia gamma di parametri della macchina al fine di incrementare la qualità dell’insilato. Sia che si stia raccogliendo foraggio per il bestiame, o biomassa di vario tipo per impianti di biogas, la FR Forage Cruiser permette ai nostri clienti di produrre un raccolto di qualità ottimale con qualunque tipo di prodotto. La tecnologia NIR fornisce una misurazione granulometrica dei valori nutrizionali principali. Utilizzando questi valori in un ambito applicativo, possiamo fornire ai nostri clienti la massima qualità nel silo e in questo modo supportare e gestire un’attività di raccolta del foraggio redditizia e sostenibile”.

A cura di Pier Luigi Scevola

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here