Necessaria e immediata riforma di Agea

1313

“L’apprezzabile decisione con la quale il ministro Martina ha sbloccato gli oltre 80 milioni di pagamenti Pac ci ha indotto a sospendere responsabilmente il sit-in previsto davanti alle sedi di Agea. Ma restiamo vigili e pronti a scendere in piazza se le attese dovessero essere disattese”. Lo ha detto il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Dino Scanavino, incontrando -in rappresentanza di Agrinsieme– il presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Roberto Formigoni, e il vicepresidente della Comagri della Camera, Massimo Fiorio. “Siamo di fronte a ritardi inammissibili che hanno messo molte imprese agricole in ginocchio. Ci vuole maggiore sensibilità da parte delle istituzioni -ha aggiunto Scanavino-. Terremo alta la guardia anche perché i problemi legati alla funzionalità di Agea restano tutti sul tavolo. L’auspicio è che, con l’insediamento del nuovo commissario Antonio Sernia, possa essere avviata una profonda revisione del sistema Agea che, è bene ricordarlo, da qui al 2020 avrà il compito di erogare al sistema agricolo italiano ben 52 miliardi di euro”.