Molti vantaggi e tanta vera potenza con basse emissioni

0
288

I motori Volvo Penta sono progettati per resistere agli impieghi gravosi, sono il risultato di oltre 100 anni di esperienza della progettazione e costruzione di motori capaci di offrire grandi prestazioni con continuità. Inoltre, Volvo Penta trae beneficio dalle conoscenze condivise tra i Brand del Gruppo Volvo e le tecnologie dei motori Volvo Penta sono collaudate su una vasta gamma di macchine.  L’esperienza in applicazioni difficili ha insegnato a Volvo Penta come costruire motori capaci di fornire con continuità tanta vera potenza, grande affidabilità, considerevole riduzione dei consumi di carburante e bassa richiesta di manutenzione. In particolare, Volvo Penta progetta, costruisce e sviluppa una vasta gamma di motori adattati a resistere alle particolari esigenze del settore agricolo in cui, per molte applicazioni, il requisito principale è il tempo di attività continuo. Ne sono un validissimo esempio i motori della gamma D13 EU Stage V che offrono una perfetta integrazione con i sistemi di post-trattamento degli scarichi capaci di rigenerazione passiva durante il normale funzionamento. Volvo Penta, considerata la lunga durata dei suoi motori, ha calcolato che in un lasso di tempo di 10000-12000 ore di funzionamento, il risparmio di carburante, da solo, ripaga per intero il costo del motore. I motori Volvo Penta quindi aumentano l’operatività, la produttività e la redditività dei mezzi su cui sono installati.

Un monoblocco comune per motori straordinari

La nuova e performante gamma D13 EU Stage V di Volvo Penta è composta da 5 brillanti motori Diesel emissionati Stage V che adottano un monoblocco comune e sono contraddistinti da caratteristiche tecniche eccellenti. Più precisamente: TAD 1381VE di 285 kW (388 CV) – TAD 1382VE di 315 kW (428 CV) – TAD 1383VE di 345 kW (469 CV) – TAD 1384VE di 375 kW (510 CV) e TAD 1385VE di 405 kW (551 CV) adottano un monoblocco comune, compatto e robusto, a 6 cilindri in linea di 12,78 litri dotato di Common Rail, albero a camme in testa e turbocompressore a geometria fissa. Questi motori sono leggeri, compatti di facile installazione ed hanno le parti vitali posizionate sullo stesso lato per agevolare la manutenzione. Tra l’altro, condividendo lo stesso monoblocco sono adattabili a tutte le esigenze. Inoltre, la collocazione delle parti vitali del motore sullo stesso lato del monoblocco facilita l’integrazione di accessori. Come tutti i motori Volvo Penta sono vocati alle applicazioni gravose e sono progettati per: fornire prontamente potenza, tollerare lunghi intervalli di manutenzione, mostrare bassi consumi di carburante. Ed infatti, i motori Volvo Penta D13 EU Stage V offrono una combinazione di alta potenza, basso consumo di carburante e basse emissioni impensabili dieci anni fa. Questo grazie ad una serie di soluzioni tecniche e innovazioni, come per esempio gli iniettori ad alta pressione controllati elettronicamente che consentono di controllare la combustione e adattandosi alla situazione di guida e alla qualità del carburante, contribuiscono ad un’eccellente efficienza della combustione con basse emissioni inquinanti. Inoltre, il sistema di iniezione Common Rail, il turbo a geometria fissa e la ventola viscosa della ventola del radiatore di raffreddamento del liquido motore costituiscono una soluzione con un basso consumo di carburante, che si traduce in minori costi operativi. Il sistema Common Rail riduce anche il rumore, contribuendo ad un ambiente di lavoro più silenzioso

Prestazioni eccellenti 

I motori Volvo Penta D13 EU Stage V sono capaci di eccellenti prestazioni, anche a bassi regimi. Infatti, a soli 1200 giri/minuto offrono il picco di coppia. E precisamente: 1925 Nm per il TAD 1381VE – 2130 Nm per il TAD 1382VE – 2330 Nm per il TAD 1383VE – 2540 Nm per il TAD 1384VE. Tra l’altro, questi motori hanno un regime nominale di 1900 giri/minuto. Invece, il TAD 1385VE offre un picco di coppia di 2650 Nm ed opera con regime nominale di soli 1710 giri/minuto. Tutto ciò significa grande elasticità e offerta di grandi prestazioni, limitata usura dei componenti e bassi consumi di carburante. Inoltre, utilizzando l’idoneo protocollo di servizio, eseguendo l’analisi dell’olio approvata da Volvo Penta e impiegando filtri originali Volvo Penta con qualità di olio e carburante approvate, è possibile incrementare ulteriormente l’efficienza dei motori D13 EU Stage V. Occorre anche tenere presente che il prolungamento degli intervalli di assistenza per la sostituzione dell’olio da 500 a 1000 ore migliora notevolmente l’operativa di questi modernissimi e prestazionali motori.

Perfetta sinergia tra motore e sistema anti inquinamento EATS

I motori  Volvo Penta D13 EU Stage V e sistema di post trattamento degli scarichi (EATS Exhaust Aftertreatment System) lavorano in perfetta sinergia. Il sistema SCR e il filtro antiparticolato contribuiscono all’efficienza della combustione. Per garantire la massima efficienza, Volvo Penta utilizza una farfalla per l’ingresso dell’aria, un sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR) senza raffreddamento e un regolatore di pressione degli scarichi elettronico (EPG). Questi tre i dispositivi garantiscono la massima efficienza del sistema di post-trattamento degli scarichi ed assicurano operatività ed efficienza. Non richiedono la rigenerazione dello zolfo nel catalizzatore SCR (Selective Catalytic Reduction) e per la pulizia del filtro antiparticolato è sufficiente la rigenerazione della fuliggine, la cui esecuzione non richiede l’iniezione di ulteriore carburante. Infatti, i motori della gamma D13 EU Stage V e il sistema EATS di Volvo Penta sono progettati per ottimizzare la rigenerazione passiva durante il normale funzionamento. Inoltre,  questa soluzione approntata da Volvo Penta per gli standard EU Stage V riduce i consumi fino al 5%. Questo anche grazie all’efficiente tecnologia dell’impianto di iniezione Common Rail che, non solo mantiene bassa la rumorosità del motore ma contribuisce all’eccellente efficienza della combustione limitando così i consumi di carburante. A limitare i consumi di carburante contribuisce anche il Turbo a geometria fissa che implica anche minore complessità strutturale e più elevata efficienza di funzionamento negli anni.

Pier Luigi Scevola

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here