Moderno, potente, efficiente in ogni condizione

0
539

Ferrari Vega 85 Dualsteer è un moderno trattore isodiametrico reversibile che presenta elementi di grande innovazione come il sistema Dualsteer: un doppio sistema di sterzo che unisce lo snodo centrale del telaio allo sterzo delle ruote anteriori consentendo di realizzare un angolo di sterzo complessivo pari a 70°.

Ferrari Vega 85 Dualsteer adotta il motore Kohler KDI 1903TCR da 75 cv, 4 cilindri, 2500 cc, Turbo Intercooler con sistemi post trattamento: DPF+DOC. Questo motore oltre a fornire ottime prestazioni è anche molto efficiente nella gestione dei consumi e nella riduzione delle emissioni inquinanti. Infatti, è dotato di una centralina elettronica molto efficiente che mantiene costantemente pulito il filtro del particolato gestendo le temperature del motore e sfruttando le fasi di lavoro e di carico motore. La sinergia tra il reparto R&D di BCS ed i progettisti di Kohler ha permesso un’ottimizzazione della gestione della rigenerazione in modo da ridurre al minimo i fermi macchina per la manutenzione.

La combinazione tra motore e trasmissione 16 AV + 16 RM con inversore sincronizzato è perfettamente congegnata: consente di sviluppare un’ottima motricità e sfruttare al meglio la potenza del motore.

Altra caratteristica distintiva del Ferrari Vega 85 Dualsteer (e che caratterizza l’intera gamma di trattori Vega 85, isodiametrici top di gamma alta Ferrari) è la frizione controllata elettroidraulicamente. Sui nuovi trattori con “motori Stage V” è stata adottata una nuova centralina di altissimo standard automotive con software sviluppato internamente da BCS. La combinazione tra  centralina e software ha permesso di ottenere il massimo dalla frizione elettroidraulica e di equipaggiare il Ferrari Vega 85 Dualsteer di (e tutta la serie i Vega 85) con alcune dotazioni esclusive, quali:

– Power Clutch System, che attraverso il pulsante sulla leva dell’inversore e delle marce permette di cambiare senza utilizzare  il pedale della frizione.

– Smart Brake & Go, un sistema attivabile da pulsante che consente di arrestare la macchina e di ripartire solamente agendo sul pedale del freno, senza utilizzare la frizione.

– I pulsanti che regolano la reattività della frizione erano già presenti nei precedenti modelli con motore in Stage IIIB ma la novità della gamma Stage V è il software che governa la nuova frizione Easy Plus, che filtra un eventuale cattivo uso del pedale da parte dell’operatore per garantire sempre un innesto progressivo senza strappi e senza usura.

Il nuovo joystick multifunzionale sfrutta la tecnologia CAN-bus, integra il tasto della PTO e il potenziometro per regolare la portata idraulica. Il nuovo bracciolo è più compatto ed è regolabile in senso longitudinale per offire più spazio e comfort all’operatore. Inoltre, il bracciolo ospita un comodo vano porta oggetti. Infine, i pedali dei freni ed il pedale della frizione sono stati ridisegnati per garantire all’operatore un maggior comfort.

Il nuovo Ferrari Vega 85 Dualsteer (e la nuova gamma Vega 85) ha un nuovo cofano compatto, più basso di quasi 8 cm rispetto al precedente, ed offre maggiore visibilità dell’operatore, così come i nuovi i fari LED da lavoro di serie.

Ciò che distingue il Ferrari Vega 85 Dualsteer dalla concorrenza è il sistema Dualsteer con il suo doppio sistema di sterzo che unisce lo snodo centrale del telaio allo sterzo delle ruote anteriori per realizzare un angolo di sterzo complessivo di 70°. Il sistema Dualsteer unisce le doti di sicurezza e stabilità tipiche dei trattori a ruote sterzanti con le prestazioni di sterzata e la manovrabilità delle versioni con articolazione centrale.

Il raggio di sterzata, unito alla stabilità nelle manovre anche sui pendii, rende il Vega 85 Dualsteer ottimo per l’impiego in vigneti e frutteti con esigui spazi di manovra, nelle coltivazioni in serra, nel settore orto-floro-vivaistico, nella manutenzione del verde e nei lavori tipici delle municipalità.

I Vantaggi del Ferrari Vega 85 Dualsteer

Tra i filari: il raggio di sterzata ridottissimo permette di passare direttamente da un filare a quello adiacente con una svolta unica, senza manovre aggiuntive risparmiando tempo, usufruendo di maggiore comfort, sicurezza e danneggiando meno il terreno.

Con guida retroversa: la grande sensibilità dello sterzo ottimizza l’utilizzo del trattore anche con guida retroversa e con attrezzature frontali montate al sollevatore quali fork lift, cimatrici, defogliatrici, interceppi. Il che comporta massima precisione nelle lavorazioni, maggiore velocità nelle manovre di svolta da un filare all’altro ed un considerevole incremento di produttività

In pendenza:  durante la manovra di svolta e di massima sterzata, le ruote anteriori poggiano entrambe all’interno della carreggiata del trattore con il vantaggio di assoluta stabilità e conseguente sicurezza per l’operatore. Ferrari Vega 85 Dualsteer ha la medesima stabilità di un trattore a ruote sterzanti ed una ripartizione ottimale della trazione tra ruota interna ed esterna.

Rispetto ai cingolati: sui pendii più accentuati il Dualsteer, oltre ad assicurare gli stessi raggi di volta di un cingolato, offre superiore stabilità grazie al telaio oscillante OS-Frame che permette l’adattamento delle 4 ruote alla conformazione del suolo. Ed inoltre riduce al minimo il rovinio del terreno, normalmente “arato” dai ramponi dei cingoli nelle manovre di fine capezzagna.

Tra  gli optional disponibili per il Ferrari Vega 85 Dualsteer segnaliamo:

  • Self Cleaning System costituito da un impianto di raffreddamento motore dotato di un radiatore di grandi dimensioni abbinato ad una ventola aspirante a comando elettromagnetico, posta dietro al radiatore, e ad una ventola elettrica soffiante, posta davanti al radiatore. La ventola di raffreddamento non è collegata al motore come nei sistemi di raffreddamento tradizionali, ma tramite una frizione elettromagnetica comandata da un sistema di controllo.

 

  • Kit Agricoltura 4.0 in grado di offrire le seguenti principali funzionalità:

1) Visualizzazione dati anagrafici e posizione della macchina attraverso portale e mappe web. 2) Monitoraggio parametri di funzionamento della macchina quali ad esempio: consumo carburante, temperatura liquidi, giri motore, livello batteria, etc.. 3) Tracciamento e registrazione dei passaggi della macchina in campo. 4) Controllo da remoto di alcune funzionalità della macchina.

A cura di Pier Luigi Scevola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here