MM250X per lo sgombero neve rapido

0
130

La grande potenza generosamente offerta dal motore Deutz e dal poderoso impianto idraulico consente all’MM250X di Merlo di svolgere brillantemente anche lavori di sgombero neve. Omologato come trattrice agricola e come macchina forestale, l’MM250X è utilizzabile con una vasta gamma di attrezzature, tra cui la turbina da neve. Ed è proprio grazie a questo abbinamento che l’MM250X diventa un validissimo sgombraneve.

Costruito attorno ad un robusto telaio in acciaio dal design antitorsione dotato di blindature ad alta resistenza delle zone più esposte ad effetti torsionali, l’MM250X ha un sistema porta-attrezzi anteriore che si avvale di un sollevatore con attacco a tre punti di categoria 2 della capacità di sollevamento di 4.500 kg alle rotule. A questo sollevatore possono essere agganciate le più diverse attrezzature, tra cui la fresa da neve per poter eseguire rapidamente lo sgombero neve. Infatti, il sistema è completato da un distributore a doppio effetto proporzionale e da un distributore a doppio effetto con funzione ON/OFF che alimentano e controllano il moto degli attrezzi collegati.

Il potente impianto idraulico dell’MM250X dedicato ai servizi ausiliari si avvale di una pompa Load Sensing della portata massima di 120 l/min ad una pressione di 230 bar. Per alimentare le attrezzature collegate, il sistema porta-attrezzi anteriore si avvale di una pompa a portata variabile capace di offrire 285 l/min ad una pressione massima di 420 bar. Nessun problema, quindi, per azionare e gestire una grande turbina da neve anche per sgomberare aree fortemente innevate.

La trasmissione idrostatica con pompa-motore a portata variabile, regolazione elettronica, modalità di utilizzo Stradale – Lavoro e tre gamme di velocità, assicura la velocità congeniale alle più differenti situazioni e lavori. La trazione e l’aderenza al suolo sono assicurate dalle 4 ruote motrici permanenti e dagli assali Dana direzionali con riduttori epicicloidali e bloccaggio 100% dei differenziali a comando elettro-idraulico. La grande agilità che l’MM250X dimostra in ogni situazione sono dovute alla struttura ben bilanciata ed al sistema di sterzo con idroguida e ben 4 modalità di sterzatura: sulle ruote anteriori, a volta corretta, a granchio, sulle ruote posteriori (opzionale).

Il potente ed affidabile motore Deutz a 6 cilindri di 6,1 Litri con Turbocompressore e Intercooler, sistema Common Rail ad alta pressione, produce la potenza di 180 kW  (245 CV) a 2300 giri/min e sovraintende alla richiesta di potenza dei diversi sistemi dell’MM250X. Il motore ottempera i limiti delle emissioni previste dallo Stage V dell’Unione Europea grazie ad un pacchetto altamente efficiente SCR, DOC e DPF passivo per il post-trattamento dei gas di scarico.

 

 

L’operatore trova sicurezza e grande comfort nella spaziosa cabina omologata ROPS/FOPS e OPS, insonorizzata con rivestimenti interni antirumore, anticalore, montata su silentblock. La cabina offre visibilità panoramica a 360° ed è ribaltabile idraulicamente per agevolare la manutenzione: è dotata di indicazione in continuo degli angoli di inclinazione della macchina, sedile con sospensione pneumatica, autoradio, luce di cortesia a LED, condizionatore automatico, riscaldamento e ventilazione. I comandi delle principali funzioni sono collocati su joystick, con manipolatore capacitivo, posizionato sul bracciolo destro del sedile.

Otto fari da lavoro (4 anteriori e 4 posteriori) integrati a LED e gli specchietti retrovisori esterni estraibili contribuiscono ad una migliore visibilità. Un girofaro con innesto a baionetta estraibile segnala l’approssimarsi dell’MM250X.

Tra gli optional disponibili per l’MM250X segnaliamo: il sollevatore posteriore con attacco a tre punti con capacità di sollevamento di 3.500 kg cui può essere agganciato, nei lavori di sgombero neve, uno spargisale. Posizione flottante e semplice effetto del sollevatore anteriore azionabile elettricamente. Dispositivo di avviamento per climi freddi. Retrocamera posteriore. Secondo girofaro.

A cura di Pier Luigi Scevola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here