Migliore produttività e maggior facilità d’uso

0
1010

526-56 Agri - 1

JCB presenterà all’edizione 2015 di Agritechnica una serie di novità per la gamma di movimentatori telescopici, fra cui l’innovativa strategia per i motori Tier 4 Final e alcuni miglioramenti a due popolari modelli Agri che ne aumenteranno la produttività e le prestazioni rendendoli di più facile utilizzo. I primi movimentatori telescopici JCB destinati ai mercati europei dotati delle nuove motorizzazioni Tier 4 Final/Stage IV saranno i modelli 531-70, 536-60, 536-70, 541-70 e 535-95 high-lift, nonché i movimentatori telescopici per impieghi pesanti 550-80 e 560-80. Sempre ad Agritechnica 2015, JCB presenterà inoltre un pacchetto di miglioramenti ai modelli Agri 526-56 e 527-58. Il Managing Director di JCB Agricolture Richard Fox-Marrs ha dichiarato: “Agritechnica è un appuntamento fondamentale nel calendario del settore, siamo perciò lieti di presentare in questa occasione alcune importanti innovazioni ai nostri Loadall, che sono oggi i movimentatori telescopici agricoli più venduti al mondo.”

La strategia Tier 4 Final

L’introduzione del nuovo motore si basa sul successo dell’efficiente JCB Ecomax T4i già utilizzato su numerose macchine JCB. I motori Ecomax installati sui movimentatori telescopici Agri soddisferanno gli stringenti limiti definiti dalle normative Tier 4 Final/Stage IV grazie a un compatto sistema SCR ad alta efficienza per l’abbattimento degli NOx. I motori Tier 4 Final/Stage IV montati sui Loadall Agri offriranno:

  • facilità di installazione senza influire sulla visibilità e le dimensioni della macchina:
  • una soluzione SCR compatta a canna singola:
  • la possibilità per i concessionari JCB di de-emissionare le macchine destinate a mercati al di fuori delle aree regolamentate.

La soluzione SCR a canna singola

I Loadall Agri con motorizzazione di potenza da 81, 93 e 108 kW si caratterizzeranno per un sistema compatto di riduzione catalitica selettiva (SCR) con additivo a base di urea, entrambi incorporati in un unico condotto di scarico all’interno del cofano motore in sostituzione del silenziatore di scarico posizionato all’esterno del vano motore. Questa soluzione garantirà ai  nuovi movimentatori telescopici JCB una eccellente visibilità panoramica e grande facilità di manutenzione.

Idraulica intelligente

I modelli con le nuove motorizzazioni Tier 4 Final/Stage IV verranno potenziati grazie a un nuovo circuito ausiliario “high flow”, che migliorerà le prestazioni e la produttività di attrezzature idrauliche come lanciapaglia e desilatori grazie a una portata massima aumentata fino a 105 l/min a 190 bar. Inoltre, i modelli Agri Super verranno prodotti con un servo-joystick standard montato sul bracciolo solidalmente al sedile, opzione che sarà disponibile anche sui modelli Agri Plus. Queste nuove caratteristiche rappresentano un ulteriore miglioramento del pacchetto Smart Hydraulics recentemente introdotto, in grado di assicurare una produttività superiore e risparmio di carburante garantendo una più rapida movimentazione del braccio anche ai bassi regimi. L’esclusivo sistema idraulico di rigenerazione JCB migliora i tempi di ciclo fino al 20%, pur assicurando una riduzione dei consumi del 15% a parità di materiali movimentati. Del pacchetto Smart Hydraulics fanno parte inoltre i fine corsa di smorzamento dei movimenti di sollevamento e chiusura del braccio, e una nuova modalità “Auto” per lo Smooth Ride System del braccio (SRS). Selezionando questa modalità, il sistema SRS viene disinserito a macchina ferma e riattivato automaticamente quando la macchina riprende a muoversi. Il sistema di controllo della benna elimina la necessità per l’operatore di eseguire movimenti ripetuti del joystick per svuotare pinze o benne da materiali, misurare con precisione la quantità di cereali contenuti nella benna o scuotere erba o mais da una forca. Una volta inserito, il sistema emula i comandi di scuotimento impartiti dall’operatore; il grado di deflessione laterale del joystick determina l’intensità del movimento. La sostituzione delle attrezzature risulta ora più facile grazie a una valvola idraulica ausiliaria di svuotamento gestita da un pulsante in cabina.

Gli aggiornamenti dei modelli Agri

Un pacchetto di miglioramenti introdotti sul 526-56 Agri e 527-58 Agri offrirà agli operatori migliori prestazioni, produttività e facilità d’uso. Il 526-56 ora dispone di serie di una trasmissione powershift a quattro velocità con convertitore di coppia, che consente di raggiungere una velocità di 33 km/h, e un tasto di selezione marcia avanti/indietro posizionato sul joystick di controllo dei movimenti del braccio. Anche la possibilità di selezionare la modalità di traslazione a due o quattro ruote motrici, che migliora l’efficienza e riduce l’usura dei pneumatici durante i trasferimenti su strada, è ora fornita di serie, insieme a una trasmissione opzionale powershift da 40 km/h. Lo stacco della trasmissione è un’altra delle funzionalità presenti sul 526-56, che consente di disinserire la trasmissione utilizzando il freno a pedale e permette all’operatore di bilanciare facilmente forza di trazione e idraulica in modo da ottimizzare le prestazioni della macchina in specifiche applicazioni, come ad esempio la pulizia delle stalle. La trasmissione idrostatica a due velocità presente sul 527-58 ora dispone della funzione Vari- speed di serie, che può essere utilizzata dall’operatore per impostare il regime di giri del motore e la velocità di marcia in modo indipendente; caratteristica particolarmente utile quando si utilizzino attrezzature che richiedano flussi di olio particolarmente elevati. Entrambe le macchine dispongono inoltre di nuove valvole di bilanciamento per le funzioni idrauliche di chiusura del braccio e rovescio attrezzatura in grado di migliorare la risposta della macchina, migliorando il ciclo di movimentazione in termini di velocità ed efficienza.