L’evoluzione del supercompatto

1437

Valutare le caratteristiche della macchina in funzione delle effettive esigenze e delle modalità d’uso… Questo è il principale contributo che il concessionario può offrire nella scelta del sollevatore telescopico.

Ecco il caso di un’azienda zootecnica che trae il massimo vantaggio dalla macchina più piccola della gamma. Ne parliamo innanzitutto con Luigi Zubani, della concessionaria Manitou Palazzani & Zubani Spa, una delle principali realtà attive nel settore delle macchine per l’agricoltura della provincia di Brescia. “L’azienda ha mosso i primi passi nel 1948 e si è sviluppata con la commercializzazione di trattori e di una gamma sempre più ampia di macchine e attrezzi. Nel 1990 ci siamo trasferiti a Scarpizzolo di San Paolo (BS), per presidiare al meglio il nostro territorio di riferimento. In quell’occasione la concessionaria ha assunto l’attuale assetto che vede Ruggero Palazzani occuparsi della parte amministrativa e del post-vendita e Lamberto Zubani a capo del settore commerciale, mentre il sottoscritto è prevalentemente impegnato nei rapporti con i fornitori. Oggi l’azienda è composta da 18 unità compresi i titolari e opera in una sede appositamente concepita per offrire la massima funzionalità alle diverse aree di vendita del nuovo e dell’usato, dell’officina e del magazzino ricambi. Siamo concessionari Manitou per le provincie di Brescia e Bergamo e rappresentiamo altri marchi importanti nel settore dei trattori (Landini e McCormick) e delle attrezzature non semoventi per la semina e la raccolta (Alpego, Berti, MaterMacc, Monosem, Seko, ecc.)”.

Leggi l’articolo di Giuseppe Oreto, pubblicato su Macchine Agricole