La sfida di Seppi M.

0
315

Seppi M. sfida i residui di legna, sassi o ceppi che creano problemi agli agricoltori nei terreni e nelle foreste in Italia e nel mondo. Ripulire terreni da grossi ceppi, legna, sassi; preparare il terreno per la nuova piantagione con macchine specializzate in maniera efficiente e semplice: è questo  l’obiettivo del costruttore alto atesino, specialista delle trinciatrici e frantumasassi, che oggi festeggia 80 anni dalla fondazione. Eliminare i residui di legna e ceppi è fondamentale per preparare i terreni per la nuova piantagione, ma certamente quello fitosanitario, come la prevenzione biologica e naturale dall’insediamento degli insetti ed altri organismi nocivi, rappresenta un altro degli aspetti importanti per l’utilizzo delle macchine di Seppi. Tra batteri e insetti attualmente comuni in Europa, il batterio Xylella sta facendo danni enormi provocando la morte per disseccamento di numerose piante, in particolare dei mastodontici ulivi (Olea europea), lo stesso effetto dannoso dello scarafaggio più temuto per i boschi dell’abete, il bostrico della Foresta, che comunque può colpire anche alberi da frutto, come il melo e la vite. Seppi M. propone le attrezzature giuste per ripulire i terreni dai residui infetti, eliminare tutte le piante infette e lasciare una fascia di contenimento in modo da isolare i focolai, creando una congrua zona limitrofa. La gamma delle fresa ceppi, frese forestali e frantuma sassi polivalenti è pronta per affrontare le sfide, scegliendo insieme il macchinario giusto per le proprie esigenze, che sia trattore o escavatore.

I modelli delle macchine adatte sono:

  • La Star-FC  (nella foto in alto) è un modello che nasce come fresa/trinciatrice ibrida destinata ad una varietà di impieghi. Questa macchina per trattori da 150 – 260 CV si adatta a lavori di trinciatura fino a 40 cm Ø, fresatura di ceppaie e alla frantumazione di sassi da 15 cm Ø fino a 30 cm nel terreno (come unica testata anche in versione idraulica per escavatori da 15-35 t). Per la sua larghezza di lavoro ridotta, 75 o 100 cm, la macchina è ideale per esempio per la bonifica di terreni incolti, per l’eliminazione di ceppi su pendii, per la stabilizzazione del sottosuolo in spazi ristretti. I campi di applicazione sono ampi, dalla manutenzione del verde in generale, parchi, lungo i fiumi, foresta fino alla pulizia dei cantieri.
  • Starsoil è un modello che copre fino a 250 cm di larghezza. Questa trinciatutto per trattori da 160 – 260 CV frantuma sassi fino 30 cm Ø, trincia legna fino 40 cm Ø e lavora in superficie fino a 40 cm e oltre, a seconda delle condizioni di lavoro. Grazie alla possibilità di lavorare a due velocità, la macchina si adatta in maniera molto semplice sia al lavoro sotto terreno con la velocità del rotore ridotta, che a quello di trinciatura della legna in modo molto efficiente aumentando i giri del rotore. Altre caratteristiche di questi due modelli ma anche delle altre trinciatutto di questa gamma sono comuni. La costruzione è in materiale molto resistente ma leggero, con piastre intercambiabili in Hardox®. Il rotore è brevettato di nuova generazione con il sistema V-LOCK con una combinazione efficace di utensili molto aggressivi ed efficienti di nuova concezione, con inserti supplementari di carburo di tungsteno sui punti soggetti ad usura. La sostituzione più facile e veloce dei martelli garantisce minori fermi improduttivi. E chi ha bisogno di una fresa ceppi indicata per il diametro del ceppo molto ampio  fresando in maggior profondità, può scegliere una delle due frese ceppi Kastor (foto sotto), in versione meccanica o idraulica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here