Innovazioni Sima

1897

Riflettori puntati sulle innovazioni premiate ai SIMA Innovation Awards 2013 che prevedono, per questa 75a edizione, 19 vincitori: tre medaglie d’oro, quattro medaglie d’argento e dodici nomination.

Le innovazioni dell’edizione 2013 del SIMA si articolano attorno a tre grandi tendenze:

• L’integrazione sempre più avanzata delle TIC (tecnologie dell’informazione e della comunicazione), nei macchinari agricoli e la convergenza tra queste TIC e le applicazioni per il pubblico. I macchinari sono sempre più complessi, ma il loro uso tende verso la semplificazione attraverso strumenti familiari come Internet e l’informatica mobile (smartphone e tablet);

•  Il miglioramento dell’efficienza tecnica, economica e ambientale dei macchinari e la loro facilità di utilizzo. Questa efficienza riguarda sia l’applicazione di fertilizzanti e di prodotti fitosanitari che il funzionamento interno del macchinario o il rendimento energetico degli automotori, la motorizzazione, la trasmissione, il rapporto macchinario/terreno, la pressione pneumatica;

•  L’assimilazione dei requisiti di sicurezza nella riprogettazione dei macchinari (esistenti o nuovi) per offrire macchinari sicuri e comodi da usare.

Lo standard di comunicazione Isobus è ormai diventato una realtà che guida la progettazione dei trattori e dei macchinari e consente lo sviluppo di applicazioni innovative. Dal SIMA 2013 emerge che le applicazioni ISOBUS convergono ormai verso dispositivi ben noti al grande pubblico.

Diventerà così possibile collegare il terminale Isobus a Internet per recuperare dal database del fabbricante, i valori di regolazione ottimali dello spandiconcime. Tali valori tengono conto della natura del concime, l’ampiezza del lavoro e il dosaggio.

La regolazione del distributore può addirittura essere eseguita automaticamente dopo aver ricevuto i valori forniti da questo  database. Queste innovazioni sono illustrate da Kverneland (Nomination) e dal suo sistema di regolazione automatica dello spandiconcime dalla cabina “Auto Set Up” e Sulky (Nomination) con il suo sistema di regolazione automatizzato di uno spandiconcime centrifugo “Ready To Spread”.

Il terminale virtuale è al centro del sistema di comunicazione Isobus in quanto permette di visualizzare e controllare alcune funzioni sia del trattore che del macchinario agganciato. Con la sua applicazione Terminale universale Isobus per tablet “UT App”, Claas (Medaglia d’Oro),  segna una nuova era e il terminale diventa universale. Quest’ultimo controlla il trattore e gli attrezzi agganciati oltre che le apparecchiature fisse. Ha anche molte altre funzioni. Non è più un terminale dedicato al trattore ma un prodotto per il pubblico (IPad o tablet con android) che diventa il Terminale universale del conducente. Il conducente lo porta ovunque con sé, sia per lavorare su questo o quel trattore, che per comandare un impianto di biogas o per guardare le sue foto di famiglia!

Le TIC sono molto presenti anche in altri settori. In particolare, sono l’elemento chiave nella progettazione di robot. Nel settore zootecnico, l’automatizzazione è iniziata con la mungitura, più di un decennio fa.

È ora la volta di un’altra attività quotidiana e a forte consumo di manodopera: l’alimentazione degli animali. Questa automazione consiste nel preparare e distribuire in maniera completamente automatizzata i foraggi e altri alimenti foraggeri agli animali. I due sistemi distinti per questa innovazione sono il robot di alimentazione adattabile o “Aviso” di Belair (nomination) e la mangiatoia a nastro automatizzata “Automatic Feeding” di Jeantil (Medaglia d’argento).