Il Prosecco Superiore pensa all'ambiente

1496

È stato presentato il Protocollo Viticolo: uno strumento unico nel suo genere a livello nazionale, ideato per rendere la viticoltura sempre più sostenibile per l’ambiente e per la comunità

Il Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore ha ideato il Protocollo Viticolo, un vademecum che guida le aziende alla riduzione dei fitofarmaci in vigneto e che vuole fornire ai viticoltori gli strumenti per rendere la viticoltura rispettosa della salute dei cittadini, scegliendo il trattamento giusto al momento giusto, ma soprattutto rafforzando le difese naturali delle piante riducendo al minimo l’utilizzo di prodotti chimici. Il documento è stato presentato il 24 aprile a Treviso nell’ambito della conferenza stampa cui hanno preso parte le associazioni di categoria e le 15 amministrazioni comunali dell’area di Conegliano Valdobbiadene.
Quella del Prosecco Superiore è una delle prime denominazioni in Italia ad autoregolamentarsi con un progetto così articolato, che  ha coinvolto tutti i soggetti interessati, dalle associazioni di categoria alle multinazionali produttrici di prodotti fitosanitari, dagli agronomi delle aziende ai rivenditori di prodotti chimici presenti nella denominazione.
L’obiettivo è il progressivo abbandono dei fitofarmaci a maggiore impatto in vigneto, con lo scopo di rispettare al meglio la salute dei viticoltori e dei cittadini.
Il documento prevede una sezione dedicata alla spiegazione delle etichette dei fitofarmaci e la classificazione dei prodotti ammessi con l’indicazione di quelli a più basso impatto, consigliati e raccomandati dal Consorzio. Vi è infine la spiegazione dei metodi di lotta agronomica ed integrata che, insieme alla difesa biologica, consentono di ridurre in modo importante l’uso dei tradizionali fitofarmaci.