I satelliti Sentinel per una PAC più moderna ed efficiente

0
2134

La politica agricola comune (PAC) è entrata in vigore nel 1962 per garantire cibo a prezzi accessibili per i cittadini europei e un giusto tenore di vita per gli agricoltori. Pur rimanendo questa la filosofia, l’attenzione si concentra ora anche su sostenibilità, protezione ambientale, biodiversità e clima. Per affrontare questi problemi, oltre a ridurre la burocrazia e aumentare l’efficienza, l’UE ha intrapreso iniziative per riformare la PAC. Riconoscendo l’enorme potenziale dei dati precisi e tempestivi forniti dai satelliti, l’UE si è rivolta allo spazio. Nel corso dell’ultimo anno, infatti, il direttorato generale per l’agricoltura (DG-Agri) ha collaborato strettamente con il DG-Grow e la DG-JRC della UE e l’ESA – l’agenzia spaziale europea – per dimostrare come la nuova generazione di satelliti Sentinel   potessero portare la politica in una nuova era attraverso il progetto Sentinels for Policy Agriculture (Sen4CAP).

Monitoraggio dal cielo

A seguito di una proposta della DG Agri, è entrato in gioco un nuovo approccio di monitoraggio della PAC il 22 maggio 2018. Questo cambiamento fondamentale significa che i dati dei satelliti Sentinel e quelli di altre missioni di osservazione della Terra possono sostituire le ispezioni sul campo alle aziende agricole necessari affinché l’UE emetta pagamenti agli agricoltori. Phil Hogan, commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, ha dichiarato: «Questa nuova tecnologia satellitare ridurrà in modo significativo il numero di ispezioni sul campo, eliminando il clima di paura, che causa uno stress significativo per gli agricoltori. Ciò andrà a beneficio delle amministrazioni pubbliche, riducendo i costi amministrativi dei controlli. È quindi una vittoria per agricoltori e amministratori». Josef Aschbacher, direttore dei programmi di osservazione della Terra dell’ESA, ha aggiunto: «Le informazioni dei satelliti Sentinel stanno trovando una miriade di usi per migliorare la vita quotidiana, ma il sostegno alle politiche dell’UE è stato sempre al vertice quando sono state concepite queste missioni all’avanguardia. Sono entusiasta che le missioni Sentinel-1 e Sentinel-2 verranno ora utilizzate per far avanzare la PAC. Non ho dubbi che i loro dati renderanno questa importante politica più efficiente e più facile da attuare e, soprattutto, semplificheranno la vita degli agricoltori in modo che abbiano più tempo per concentrarsi sull’agricoltura del cibo su cui tutti facciamo affidamento» Queste due missioni offrono una ricchezza di informazioni complementari. Ad esempio, i satelliti radar Sentinel-1 possono fornire dati sulla biomassa delle colture e rilevare quando è stato fatto un raccolto. È importante sottolineare che la coppia di satelliti passa in Europa almeno ogni due giorni, il che significa che le informazioni più recenti sono prontamente disponibili. I satelliti Sentinel-2 sono dotati di telecamere ad alta risoluzione, le cui immagini possono essere utilizzate per distinguere tra diversi tipi di colture, valutare la salute delle colture e monitorare il cambiamento dell’uso del suolo. Simile a Sentinel-1, copre l’Europa ogni 3-4 giorni. I passaggi frequenti dei due satelliti e i loro dati ad alta risoluzione permetteranno che le attività agricole e lo stato del raccolto possano essere monitorati facilmente. I dati possono essere utilizzati, ad esempio, per identificare il tipo di coltura piantata, come cresce durante la stagione e quando deve venire raccolta. L’approccio di monitoraggio della PAC è anche rilevante per la diversificazione delle colture. È qui che, per poter beneficiare dei pagamenti della PAC, gli agricoltori devono coltivare una varietà di colture, a seconda delle dimensioni della loro azienda. Le osservazioni dei Sentinel vengono analizzate con gli ultimi algoritmi di apprendimento automatico per fornire mappe di tipo nazionale per tutta la stagione. Già dimostrata nei Paesi Bassi, questa applicazione può sostenere gli agricoltori nelle loro dichiarazioni e consente loro di comprendere la conformità alla PAC in una fase precoce. Insieme alle autorità nazionali di sei paesi pilota selezionati dell’UE (Repubblica ceca, Italia, Lituania, Paesi Bassi, Romania, Spagna) il consorzio Sen4CAP, guidato dall’Université Catholique de Louvain del Belgio, sta attualmente dimostrando come i Sentinel possono essere utilizzati a livello nazionale per il nuovo Approccio al monitoraggio della PAC. Maggiori informazioni sul progetto Sen4CAP QUI  e QUI

Maria Luisa Doldi

Paesi Bassi: mappa del tipo di coltura basata su una serie temporale di dati 2017 durante la stagione di crescita rilevata dalle missioni Copernicus Sentinel-1 e Sentinel-2. Questo tipo di informazioni viene ora utilizzato nella politica agricola comune dell’UE per aiutare a monitorare la diversificazione delle colture. È qui che, per poter beneficiare dei pagamenti della PAC, gli agricoltori devono coltivare una varietà di colture, a seconda delle dimensioni della loro azienda. (Fonte: ESA–Sen4CAP)