GB Ricambi Group rivenditore autorizzato dei ricambi originali Goldoni

0
546

Due nuovi accordi di distribuzione per ampliare la gamma dei ricambi nel settore agricolo e crescere sui mercati esteri. Gb Ricambi Group, impresa specializzata nel settore della ricambistica “after market” per macchine agricole e movimento terra, amplia la gamma dei prodotti e diventa rivenditore ufficiale dei ricambi originali per i trattori Goldoni e per OMP,  uno dei maggiori player delle pompe ad acqua e a olio. “Con queste operazioni – spiega Fabrizio Saporita, amministratore delegato GB Group – aumentiamo notevolmente le referenze dei marchi made in Italy che il nostro gruppo rappresenta a livello mondiale. Omp e Goldoni sono aziende che hanno da sempre puntato sulla qualità made in Italy. Le due partership rappresentano per Gb Ricambi Group un’opportunità per penetrare in maniera ancor più consistente nei mercati esteri, e consolidare la quota di mercato nazionale. La nostra vocazione – continua Saporita – è quella di presentarsi come fornitore in grado di soddisfare tutte le esigenze del mercato dei ricambi after market, ponendoci in maniera professionale e con un know how all’avanguardia. Inoltre l’efficacia del nostro ecommerce garantisce velocità e rapidità nella filiera e nella logistica, assicurando ai clienti di ogni parte del mondo la tempestività nelle consegne”.

GB Group ha consolidato di recente i risultati economici grazie a continue implementazioni di gamma. Ultimo, in ordine di tempo, l’inserimento di parti generiche di ricambio per trattori e macchine agricole (fanali, sedili, cilindri idraulici, parafanghi, ecc…) che si sono affiancati ai ricambi tecnici. Al tempo stesso l’azienda sta puntando a consolidare il mercato dei ricambi per macchine industriali, un settore che a livello globale è in crescita del 10%. Nei primi sei mesi del 2018 l’aumento degli ordinativi ha registrato punte del 20% per i prodotti del celebre marchio Cgr Ghinassi, mentre per il Gruppo GB in totale nel primo semestre dell’anno gli ordini sono aumentati di circa il 3%.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here