Franciacorta e Slow Food Italia insieme per la qualità

1362

Per tutto il 2012 i Presìdi Slow Food Italia e Franciacorta saranno alleati. La parola chiave è qualità.
In tutto il 2012 i Presìdi Slow Food e Franciacorta saranno presenti durante le manifestazioni più importanti, dedicate al cibo e all’agroalimentare.
Il primo incontro della neonata Alleanza è stato il 2 e il 3 aprile presso l’azienda agricola Alberese, la sede in Toscana della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus ed è stata l’occasione per permettere ai produttori Slow Food e ai cuochi dell’Alleanza di confrontarsi su temi comuni, come le modalità di approvvigionamento, il ruolo della ristorazione per lo sviluppo dell’agricoltura di prossimità e la valorizzazione della biodiversità che ci circonda.
L’annuncio di questa partnership è stato dato da Maurizio Zanella, presidente del Consorzio Franciacorta, con queste parole: “Inizia con un primo grande successo l’alleanza tra Franciacorta e Slow Food Italia. L’eccellenza del Made in Italy trova nuova conferma ed espressione nell’accordo siglato tra le nostre due realtà per il 2012, che ci ha visti insieme nel primo incontro dell’Alleanza tra i cuochi e produttori dei Presìdi Slow Food e che ci porterà durante l’anno ad essere presenti nelle più significative manifestazioni dedicate al cibo e all’agroalimentare di qualità”.
Durante il primo incontro dell’Alleanza, tenutosi dal 2 al 3 aprile all’azienda agricola di Alberese, sede toscana della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, i cuochi dell’Alleanza e i produttori dei Presìdi Slow Food si sono confrontati sui temi che riguardano il loro quotidiano: dai canali distributivi alle modalità di approvvigionamento, dal ruolo delle ristorazione per lo sviluppo dell’agricoltura di prossimità alla valorizzazione della biodiversità che ci circonda. Uno scambio trasversale di esperienze tra gli oltre 300 cuochi e produttori riuniti nello storico Granaio Lorenese, che si è svolto in un’atmosfera di grande entusiasmo e convivialità, arricchita dalla presenza del Franciacorta, che accompagna dal suo inizio, tre anni fa, il progetto di Slow Food.
Maurizio Zanella conclude, così, il suo intervento: “In perfetta sintonia con i principi che guidano le azioni di Slow Food, il Franciacorta si propone quale pura espressione di un territorio, di una storia e di chi produce con impegno e passione un vino autentico che racconta, con eleganza, la qualità assoluta”.