Fiduciosi per il futuro

1543

Il 2013 è stato un anno importante per Bayer, che ha festeggiato il 150° anniversario dalla sua fondazione. E il Gruppo si affaccia al nuovo anno con un messaggio di fiducia che l’Amministratore Delegato di Bayer CropScience, Karina von Detten (nella foto), ha voluto comunicare nell’incontro annuale con la stampa. Un ottimismo che nasce dalla constatazione del momento positivo dell’agricoltura italiana, un settore in crescita nell’economia nazionale e che sta attirando un numero crescente di giovani, visto l’aumento sia del numero delle aziende gestite da under 35 sia degli iscritti nelle scuole di agraria. E così Bayer CropScience asseconda questa tendenza, proponendo nei prossimi mesi 12 nuovi prodotti, sia di origine chimica sia biologica per la protezione delle colture. Tra questi , merita una particolare citazione un nuovo nematocida biologico, per l’utilizzo in orticoltura, al posto dei tradizionali fumiganti. Un prodotto che in questo anno ha avuto particolare successo, nel settore degli ortaggi e della frutta fresca, è stato invece il Serenade max. Continuerà inoltre l’offerta di prodotti per l’Hobby Farming in collaborazione con Bayer Garden. La ricerca non è dissociata però dallo sviluppo dei progetti di sostenibilità. A questo proposito, ha affermato von Detten, “il nostro esempio di eccellenza è magis vino, il primo modello di produzione sostenibile in viticoltura giunto alla certificazione seguendo un protocollo dove ogni intervento è sapientemente misurato, controllato e tracciato all’insegna di una produzione responsabile e trasparente”. Proseguirà la collaborazione con le aziende che fanno parte di magis vino in modo che la sostenibilità si estenda alla cantina e poi alla commercializzazione. Al momento, le aziende che possono vantare il brand magis sono 14.

La giornata odierna è stata poi l’occasione per la presentazione del nuovo sito www.colturaecultura.it, con un nuovo layout per diffonderne i contenuti al grande pubblico. Un’iniziativa che ha ottenuto anche il patrocinio dell’ASA, l’Associazione Stampa Agroalimentare. La collana editoriale Coltura&Cultura contribuisce a promuovere la produzione agroalimentare italiana, puntando l’accento sulla sua storia e sui legami col territorio.