Cantina di Soave verso la Russia

1865

Al via l’importante accordo commerciale con Millenium, affermato distributore russo che porterà Soave, Valpolicella e Bardolino in tutta la Russia.

Bruno Trentini, fonte: Cantina di Soave
Millennium è uno dei distributori di vini più affermati in Russia, nei giorni scorsi ha siglato un accordo commerciale con la Cantina di Soave, che avrà, in questo modo, una forte spinta ad inserirsi nel mercato russo.
L’intesa riguarda le produzioni di vini DOC Soave, Valpolicella e Bardolino e gli IGT Pinot Grigio, Chardonnay e Merlot: il canale di vendita privilegiato sarà la distribuzione moderna di ristoranti, che distribuisce il 95% del vino, contro la distribuzione coperta dai negozi specializzati, che, invece, copre solo un 5%.
In portafoglio, Millennium, presenta nomi come Taittinger Champaine, Louis Jadot, La Chablisienne, Prunotto, Torres, Freixenet e la sua rete di distribuzione non è radicata solo nelle principali città, come Mosca o San Pietroburgo, ma anche nell’intero territorio russo.
La Cantina di Soave ha saputo rivolgere una buona attenzione ai mercati esteri, è infatti attiva in più di 40 Paesi e dal 2009 è attiva sul fronte americano, con la commerciale Cantina di Soave USA. Ora punta l’obiettivo alla Russia, dove, secondo dati nomisma, il consumo di vino negli ultimi anni è cresciuto dell’80%, con un trend in crescita soprattutto per le etichette italiane: nel 2001 queste rappresentavano il 4,7% sul totale di vino importato e, nel 2011, hanno raggiunto il 27,5%.
La Cantina di Soave ha visto quindi, un potenziale di sviluppo enorme per la crescita del proprio marchio. Bruno Trentini è il direttore generale della Cantina di Soave e non ha paura di evidenziare la soddisfazione per questo accordo e ne parla così: “È evidente la soddisfazione per questo accordo, dal momento che la Russia è senza dubbio un mercato potenzialmente molto importante. Ci troviamo in un momento economico e sociale, sia in Italia che all’estero, in cui gli errori di strategia si pagano molto cari, talvolta senza che ci sia una seconda chance. Ecco perché ci siamo affidati al distributore Millenium, che grazie ad una capillare rete di agenti sarà in grado di inserire le nostre referenze nelle catene distributive più note dell’intero Paese”.