Argo Tractors: centro di gravità tra macchina, uomo e ambiente

0
221

Un equilibrio stimolante e strategico per lo sviluppo sostenibile della comunità: macchina, uomo e ambiente insieme in una sinergica e positiva tensione volta a soddisfare i bisogni della generazione presente senza compromettere le generazioni future. Questo è l’obiettivo che Argo Tractors persegue progettando trattori tecnologicamente all’avanguardia e con un approccio fatto di efficienza, produttività e sostenibilità sociale ed ambientale.

Il gruppo industriale italiano, leader nella meccanizzazione agricola, ha sintetizzato un profondo valore aziendale nell’ultima campagna di comunicazione dal claim: “Improving agriculture by improving life”, accompagnata da una grafica incentrata sugli elementi della natura – acqua, terra ed aria – che si integrano in un armonioso rapporto tra uomo, trattore ed ambiente.

Abbiamo condensato in questo slogan il valore di un impegno che affonda le radici nella storia della nostra azienda e su cui la famiglia Morra ha plasmato la crescita del gruppo industriale – sottolinea Antonio Salvaterra, Direttore Marketing di Argo Tractors –. Come impresa multinazionale sappiamo di avere responsabilità nei confronti della società e dell’ambiente, in particolare per la nostra produzione strettamente legata alla terra e al modo di coltivarla e valorizzarla. Per questo mettiamo al primo posto della nostra ricerca e sviluppo l’innovazione tecnologica, per realizzare trattori efficienti, performanti e con un’anima attenta e rispettosa del fattore umano e di quello ambientale. In questo senso svolgiamo anche un ruolo di esempio, in un proficuo confronto con clienti, fornitori e collaboratori”.

L’impegno rivolto alla tutela dell’ambiente ed alla sostenibilità si concretizza in scelte progettuali e di produzione improntate all’Industria 4.0, nonché nella formazione specialistica e nel rinnovamento tecnologico degli impianti. Il progetto Waterwall, ad esempio, dal 2010 permette di tagliare l’utilizzo dei lubrorefrigeranti attraverso un processo di rigenerazione che, rimuovendo gli oli estranei elimina le nebbie oleose garantendo un ambiente di lavoro salubre e sicuro, unitamente ad una riduzione dei lubrorefrigeranti esausti, con conseguente riduzione dell’impatto ambientale dei processi produttivi. Processi che realizzano, internamente ad Argo Tractors, il 65% in valore dei componenti dei trattori, assicurando massima attenzione alla qualità e sostenibilità dei prodotti.

Al miglioramento continuo guardano gl’investimenti in elettrificazione, con il sistema Electra – Evolving Hybrid di Landini REX4, vincitore del Premio Novità Tecnica Eima International. Il concept, che anticipa la futura produzione, comprende due motori elettrici sull’assale anteriore, sensori, generatore e batteria dedicata al recupero energetico nelle fasi di frenata e decelerazione. Questo approccio dà vita ad un trattore ibrido dove il motore diesel alimenta i motori elettrici anteriori, dialogando in continuo con i riduttori posteriori a matrice meccanica tradizionale, creando di fatto un ibrido in parallelo e rendendo il sistema indipendente dal rapporto meccanico tra ruote posteriori ed anteriori. La combinazione delle migliorie tecnologiche offre un risparmio di carburante del 10%, un miglioramento dell’angolo di sterzata del 15% e una maggiore stabilità nel trasporto; è solo uno degli ultimi successi del dipartimento di Ricerca e Sviluppo che, grazie alla centralità riconosciuta in azienda con investimenti dedicati, opera nello sviluppo di performance ad alta qualità, design e comfort, rendendo i prodotti Argo Tractors tra i più ricercati sul mercato globale.