Appuntamento con il Campionato Italiano STIHL Timbersports

0
124

Il consueto appuntamento con il Campionato Italiano STIHL Timbersports sta tornando. Il 9 luglio infatti, i migliori atleti nazionali si sfideranno in una gara che vede come protagoniste le sei discipline dello sport più amato dai taglialegna: Stock Saw, Underhand Chop, Standing Block Chop, Single Buck, Springboard e Hot Saw. La location che ospiterà gli 8 migliori atleti italiani quest‘anno è Castione della Presolana (BG).

Alle ore 19.00 inizierà la sfida tra gli atleti della categoria PRO; il campione in carica, Andrea Rossi, cercherà di mantenere il titolo, ma non sarà semplice. A sfidarlo infatti il giovane Michael Del Pin, che si è già fatto notare negli anni precedenti conquistando il podio in gare di livello internazionale. La Valtellina, che si conferma terra fertile, schiera invece due atleti di grande spessore: Mattia Berbenni e Marco Locatelli.

In rappresentanza del Trentino, culla di atleti del legno, ci sarà Daniel Filippi. Non saranno da meno i più estroversi del gruppo, ovvero lo storico atleta varesino Riccardo Ambrosini e il bolognese Matteo Rizzi.  Per la prima volta farà il suo esordio anche Oscar Frigè.

Alle 17.30, ad aprire la gara degli atleti PRO, ci sarà la sfida degli Under 25 nell’Italian Rookie Cup. Michel Perrin e Alessandro Ciaponi vedono entrare in gioco nuove promesse italiane da battere, Mattia Bellucco, Gabriele Mazzoni e Nicola Trecarichi. In gara anche due atleti svizzeri, ospiti della competizione.

L’evento è stato accolto con grande entusiasmo da parte di VisitPresolana, l’associazione di promozione turistica locale che ha voluto partecipare fin da subito nell’organizzazione dell’evento.

Il responsabile marketing di Andreas STIHL SpA, Giulio Franceschi, dichiara: “Torniamo in un territorio in cui l’economia del legno è un cardine del passato e STIHL Timbersports è l’occasione per riscoprire l’antico lavoro boscaiolo in modo spettacolare e moderno. Le discipline alternano strumenti tradizionali come l’ascia a soluzioni più moderne e sperimentali come la Hot Saw“.

L’appuntamento infatti non sarà solo sportivo, ma una vera e propria festa con una zona interamente dedicata al food and beverage e un’area espositiva STIHL, creata in collaborazione con il Rivenditore Specializzato Poma Mario Srl.

Le sei discipline:

Stock Saw: Qui tutti i concorrenti gareggiano con una MS 661, una motosega STIHL standard disponibile in commercio. Le motoseghe, pronte per il taglio, vengono disposte per terra. Dopo il segnale del via gli atleti devono tagliare, nel minor tempo possibile, da un tronco del diametro di 40 cm, due dischi di legno con soli due tagli: uno verso il basso e uno verso l’alto

Underhand Chop: Simula il taglio di un albero già abbattuto. Gli atleti, stando in piedi su un blocco fissato orizzontalmente, devono tagliare con l’ascia un tronco spesso 32 cm.

Standing Block Chop: disciplina che simula l’abbattimento di un albero con ascia. Un ceppo di 30 cm di diametro da tagliare a metà nel minor tempo possibile.

Single Buck: In questa disciplina l’atleta deve tagliare un disco di legno da un blocco fissato orizzontalmente con una sega a mano tradizionale, lunga circa 2 m. Ciò che fa la differenza in questa specialità è il ritmo e il dinamismo.

Springboard: senza ombra di dubbio la disciplina più difficile. In questa disciplina vengono posizionate due pedane d’appoggio in un tronco fissato verticalmente. L’atleta, stando in equilibrio, deve tagliare a colpi d’ascia il blocco di legno posto sulla cima del tronco (diametro 27 cm) ad un’altezza di circa 2,8 m dal suolo. Lo springboard viene definito anche la “disciplina suprema” in quanto non basta solo la precisione tecnica e la forza dell’atleta ma serve anche equilibrio e destrezza.

Hot Saw: la più spettacolare, vengono impiegate motoseghe estremamente potenti per tagliare, nel più breve tempo possibile, tre dischi di legno. La capacità degli atleti di dominare il concentrato di potenza di queste motoseghe è fondamentale per la buona riuscita della prova. Con una velocità della catena di 240 Km/h e un peso di circa 27 kg queste macchine richiedono agli atleti le massime prestazioni.