Antonio Carraro: ecco cosa esporrà a Sitevi

0
1584

Antonio Carraro partecipa con parecchi suoi prodotti al Sitevi di Montpellier (26-28 novembre 2013).

Il costruttore sarà presente in fiera con  l’SRH 9800, idrostatico reversibile articolato, premiato Intervitis Interfructa Innovation 2013 all’omonima rassegna in Germania. Si tratta di un trattore articolato, reversibile e idrostatico, con telaio oscillante ACTIO™. Monta di serie il dispositivo ESC (Electronic Speed Control) per la gestione elettronica della velocità, dei giri motore e della PTO: l’operatore imposta i giri della presa di forza, poi fissa la velocità d’avanzamento premendo un pulsante sul cruscotto; i parametri rimangono costanti fino alla fine del lavoro e lui deve solo controllare la direzione del trattore.

Il concept di SRH 9800 è singolare in quanto abbina la trasmissione idrostatica al telaio articolato a carreggiata stretta; tale caratteristica semplifica le procedure nei lavori più delicati, nei fondi sconnessi, in pendenza e negli spazi più angusti.

Eletto Tractor of the year 2012 – Best of specialized, TRH 9800 è un trattore isodiametrico, reversibile, multifunzione. La trasmissione idrostatica a controllo elettronico è integrata al motore, un 3300 cc da 87 CV con 4 valvole per cilindro, a gestione elettronica dell’iniezione. TRH 9800 si distingue per il sistema computerizzato di gestione di avanzamento, velocità, accelerazione e presa di forza. Dispone di joystick elettronico proporzionale per la gestione del circuito idraulico degli attrezzi. L’interfaccia uomo-macchina è regolabile in modo del tutto personalizzato, per una guida precisa e confortevole. A Sitevi TRH 9800 si presenta con EasyStar, il telaio multifunzione componibile che privilegia comfort, spazio operativo, ergonomia, sicurezza e massima visibilità sugli attrezzi anche in guida reversa

Mach 4 è invece un quadricingolo articolato reversibile di 87 CV (motore 4 cilindri – 16 valvole -raffreddato ad acqua con sistema d’iniezione ed EGR a controllo elettronico). Si configura come un trattore a 4 cingoli in gomma indipendenti per offrire tutti i vantaggi (senza i limiti) di un trattore e di un cingolato classico insieme. La sterzata, precisa e fluida grazie al telaio articolato, determina una straordinaria maneggevolezza nelle volte e nelle manovre nei filari. Le superlative doti di trazione e stabilità di Mach 4 determinano una grande versatilità operativa. Mach 4 è omologato su strada fino a 40 km/h (opt.) e può essere allestito di cabina StarLight.

Sarà in mostra anche il TGF 9400 S, con nuova cabina super low profile Protector S. Il modello esposto a Sitevi è un monodirezionale sterzante a baricentro basso e ruote differenziate, molto apprezzato nelle coltivazioni a filare del Bacino del Mediterraneo per l’assetto ribassato e la grande aderenza nei terreni più impervi.

La scelta delle cabine applicabili al TGF 9400 S da oggi si amplia: oltre alla superconfortevole StarLight, ora è disponibile anche la super low profile Protector S, “sorella” della pressurizzata Protector 100 (per TGF Ergit 100).

Infine il Tigre 4000, il “tuttofare” isodiametrico sterzante che monta motore Yanmar di 31 CV, a 3 cilindri, con coppia massima a soli 1700 giri/min. Una motorizzazione strategica, ad iniezione diretta, raffreddata ad acqua, per garantire risparmio nei consumi, bassissime emissioni e performance al top.