Agritechnica 2013: ecco le medaglie d’oro

3696

Agritechnica, la fiera internazionale più importante del settore della meccanizzazione agricola, che si terrà presso il polo fieristico di Hannover dal 12 al 16 novembre 2013 (con giornate di anteprima il 10 e l’11 novembre), presenterà un carosello di grandi innovazioni. Lo dimostrano le 393 registrazioni di novità ricevute dall’ente organizzatore di Agritechnica, DLG (Deutsche Landwirtschafts-Gesellschaft, “società tedesca per l’agricoltura”). Una commissione imparziale di esperti nominata da DLG ha selezionato secondo rigidi criteri e premiato le migliori innovazioni presentate con quattro medaglie d’oro e 33 d’argento.

Ecco chi si è aggiudicato l’oro dell’innovazione tecnica.

1) Separatore pneumatico AirStep di Grimme  Landmaschinenfabrik GmgH & Co. Damme, Germania

Durante la raccolta delle patate, per il distacco di componenti simili a tuberi, come pietre e grumi si impiegano soprattutto sistemi meccanici. Il rendimento di questi sistemi è tuttavia piuttosto limitato e spesso rallentano il processo quando si utilizzano raccoglitrici a più file. Con la combinazione di un fondo di trasporto perforato e dell’aria che soffia dal basso, per la prima volta è stato realizzato un separatore pneumatico nelle raccoglitrici, nel quale è possibile mantenere senza limitazioni la direzione del flusso di raccolto e quindi la portata specifica di patate della macchina. Durante il passaggio dell’area di separazione, i tuberi rimangono sopra il piano di trasporto oscillante quasi in sospeso per la massima delicatezza, mentre pietre e grumi, più pesanti, cadono e vengono convogliati con una paratoia segmentata ad un nastro di trasporto. La qualità e le prestazioni di separazione si possono regolare in modo continuo attraverso la combinazione di flusso d’aria e inclinazione e frequenza del nastro trasportatore dal trattore in base alla composizione del raccolto. Oltre ad un elevato rendimento superficiale, con la riduzione contemporanea del controllo manuale, diventa così possibile sfruttare anche le zone di coltivazione di patate che altrimenti sarebbero sfruttate soltanto con una costosa separazione del terreno in primavera.

2) Axmat: impostazione automatica dello schema di spandimento per spandiletame a doppio disco, di Rauch Landmaschinenfabrik GmbH, Sinzheim, Germania e MSO Messtechnik und Ortung GmbH, Bad Münstereifel, Germania

Con Axmat l’azienda Rauch presenta il primo sistema al mondo per la misurazione automatica online della distribuzione di letame con impostazione automatica di uno spandiletame a dischi in base al tipo di letame e alla larghezza di lavoro desiderata. Con sensori a microonde e un sistema di regolazione completamente automatico dello spandiletame, per la prima volta viene raggiunta un’elevata precisione nella distribuzione automatizzata del letame. Un braccio orientabile attorno al disco di uno spandiletame a dischi, dotato di sensori a microonde, rileva senza contatto la posizione degli spandiconcime al di sotto e imposta con il fondo del serbatoio girevole e l’apertura di dosaggio lo schema di spandimento, in modo completamente automatico in base alla larghezza di lavoro desiderata. Durante lo spandimento, lo schema viene costantemente monitorato e, se necessario, nuovamente regolato il punto di rilascio del letame sul disco di distribuzione, il tutto automaticamente. L’esclusiva regolazione completamente automatica dello spandiletame sulla base della larghezza di lavoro desiderata consente di ottenere, rispetto ai metodi di impostazione tradizionali, una maggiore precisione senza prove di spandimento sul campo. L’automonitoraggio costante degli spandiconcime consente, anche in caso di cariche alternate di concime o alterazione delle condizioni meteo, una regolazione completamente automatica online del sistema di regolazione in base alla larghezza di lavoro impostata. Aumenta l’efficacia del letame, riduce le emissioni e i costi di concimazione, aumentando la sicurezza di guadagno. I primi risultati del test dell’istituto di collaudo francese IRESTEA confermano questi vantaggi del sistema.

3) Sollevatore telescopico ibrido Turbofarmer 40.7 Hybrid di Merlo spa, san Defendente di Cervasca (Cn), Italia

Per la prima volta in agricoltura compare un veicolo elettrico ibrido plug-in a propulsione elettrica o elettrodiesel. Nella modalità elettrica, il caricatore viene alimentato dalla batteria al litio da 30 kWh – lavora silenzioso e senza emissioni, pertanto può essere usato al chiuso. Nella modalità ibrida, è il motore diesel che eroga l’energia con un regime costante per l’avanzamento, caricando al contempo la batteria. Senza limitazioni sulle prestazioni di lavoro del caricatore, questa architettura del motore consente di dimezzare la potenza nominale del motore diesel. Inoltre, durante le fasi di basso carico o basso regime, frequenti nei caricatori telescopici, l’azionamento può essere completamente elettrico, il che, in combinazione con il motore downsize, consente di ridurre i costi del carburante e le emissioni di CO2 fino al 30 %. Un’altra riduzione dei costi si può ottenere ricaricando l’ibrido plug-in collegandolo alla rete elettrica o all’impianto fotovoltaico.

4) Simulatore on line del comando di mietitrici e trattori Claas Vertriebsgesellschaft GmbH, Harsewinkel, Germania

Il simulatore online di CLAAS per il comando di mietitrici e trattori consente per la prima volta di configurare in modo dinamico l’intero comportamento della macchina nelle più svariate condizioni di lavoro attraverso l’interfaccia del PC. Gli operatori possono così esercitarsi online e in modalità interattiva con il comando di una complessa mietitrice o di un trattore in completa autonomia e anche al di fuori dei tempi di utilizzo. Attraverso la valutazione dei dati di telemetria e di processo, i controller e i comandi virtuali del software consentono di simulare reali stati di esercizio e processi di una macchina. In questo modo si ottiene un training ottimale sull’uso complesso delle mietitrici ancora prima della campagna. Con questo training è possibile aumentare già nei primi giorni di impiego il potenziale tecnico della mietitrice, riducendo il numero di errori di comando e i danni alla macchina. I nuovi operatori possono familiarizzare con la macchina velocemente. Gli operatori più esperti possono mantenere aggiornate le loro conoscenze con training periodici, migliorando costantemente il proprio potenziale. La migliore manovrabilità delle costose mietitrici fin dal primo giorno consente di ottenere vantaggi sia in termini di tempo che di denaro.