Abilitazione per la guida dei trattori

2171

Serve una patente anche per guidare i mezzi agricoli, è necessaria per l’attuazione del decreto 81/2008 sulla sicurezza sul lavoro.

L’agricoltura fa i conti anche con l’abilitazione per guidare i trattori, gli escavatori e i carrelli telescopici. Si tratta di provvedimenti obbligatori, ai quali devono soggiacere imprese agricole ed agromeccaniche: così dice il provvedimento approvato recentemente in Conferenza Stato-Regioni, in attuazione del decreto 81/2008 sulla sicurezza sul lavoro.
Non importa se il dipendente ha un contratto a tempo determinato, o se rientra fra la manodopera stagionale: sul trattore potranno salire solamente persone  abilitate, diventa obbligatorio, quindi, far seguire all’operatore dei corsi di formazione. I costi che aggraveranno le imprese agricole, sono stimati da Confai nell’ordine dei 2-4mila euro per azienda, dal momento che il provvedimento si applica anche agli operatori autonomi, dipendenti e ai coadiuvanti familiari. A livello nazionale, si parla di un esercito di 700mila operatori interessati alla formazione per utilizzare le attrezzature di lavoro.
Leonardo Bolis, Presidente di Confai, commenta così il provvedimento: “In questo modo scattano obblighi eccessivamente onerosi per i datori di lavoro e si confondono misure effettivamente mirate a migliorare la sicurezza sul lavoro con provvedimenti che gravano in termini di burocrazia e costi sulle imprese, ma senza portare a un effettivo miglioramento delle condizioni di sicurezza”.