Sollevatori telescopici: costo o investimento?

0
14

I sollevatori telescopici, da molti anni, sono ormai entrati di diritto negli scenari delle aziende agricole.

Gli allevatori sono stati i primi ad apprezzare i vantaggi di queste macchine che rendono agile e snella la pesante logistica aziendale.

Ma anche i coltivatori e le aziende di servizi all’agricoltura hanno subito dopo capito le potenzialità dei sollevatori telescopici.

Impilare i balloni, pulire la stalla, trainare i rimorchi, caricare i carri miscelatori, togliere la neve, essere d’aiuto nella manutenzione degli stabili, alimentare gli essiccatoi per le granaglie, caricare e scaricare i bancali, alimentare gli impianti di biogas. Le applicazioni hanno il solo limite dato dal tipo di attività.

Tanto che i costruttori di sollevatori telescopici si sono impegnati per realizzare accessori di ogni tipo in modo che i lavori da svolgere fossero semplificati al massimo.

Nonostante i vantaggi in termini di tempo e di sicurezza, i sollevatori telescopici hanno diviso in due grandi fazioni gli utilizzatori in campo agricolo: chi non ne potrebbe fare a meno e chi invece è ancora convinto della loro inutilità.

Alla base di tutto c’è ovviamente un costo di acquisto che, in certi casi, supera quello di ottimi trattori di potenza media ben equipaggiati.

Ovvio. Si tratta di macchine che hanno dei contenuti, soprattutto progettuali e mirati alla sicurezza di chi lavora, che non sono paragonabili. Gli stessi volumi produttivi sono inferiori rispetto a quelli dei trattori con una minore distribuzione dei costi di sviluppo sul numero di esemplari costruiti.

I sollevatori telescopici sono quindi un costo o un investimento?

Occorre ovviamente capire quale sia la realtà aziendale in cui la macchina dovrà operare ma, nella gran maggioranza dei casi, il sollevatore telescopico rappresenta una seria opportunità di business e di sviluppo.

La polivalenza è oggi uno degli elementi fondamentali per l’ottimizzazione del ciclo produttivo e per utilizzare al meglio i tempi di impiego della manodopera.

Quest’ultima rappresenta infatti una importante voce di costo aziendale. L’efficienza di alcune operazioni, prima fra tutte proprio la logistica dei materiali, consente un risparmio che si concretizza nell’usare la manodopera nel migliore dei modi.

In primis accorciando e rendendo più sicure le lavorazioni aziendali.

Ognuno si farà i propri conti e capirà la convenienza all’acquisto di un sollevatore telescopico sulla base delle proprie esigenze aziendali. Ma una valutazione occorre sicuramente effettuarla per capire la reale convenienza.

Anche perché l’omologazione come trattrice agricola secondo la Mother Regulation, possibile su moltissime di queste macchine, apre orizzonti fino ad ora solo parzialmente esplorati.

Una prova sul campo o un breve periodo di noleggio possono essere illuminanti. E farci capire l’effettiva utilità di una macchina di questo tipo all’interno dell’azienda agricola.

Costantino Radis

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here