Polizze multirischio: presto al via campagna del Mipaaf

A partire dal prossimo anno verrà avviata una campagna di comunicazione mirata a incentivare gli agricoltori a sottoscrivere polizze multirischio. Un’azione servirà innanzitutto ad ampliare il numero assoluto di assicurati e, inoltre, per colmare il divario tra Nord e Sud su questa specifica tematica. L’annuncio è arrivato da parte del Ministero delle Politiche agricole durante i lavori del V° Forum promosso da Asnacodi, l’associazione che raggruppa i consorzi di difesa, dedicato quest’anno a cambiamenti climatici e alla  variabilità dei rischi in agricoltura.

La campagna di sensibilizzazione si rende necessaria anche in virtù degli ultimi dati sulle assicurazioni, che necessitano di rilancio dopo il crollo del 20% in termini di contratti sottoscritti e la “perdita” del 10% di imprese assicurate negli ultimi due anni. Soddisfatto dell’iniziativa il presidente dell’associazione Albano Agabiti, nel sottolineare che il 2018 “dovrà essere una sorta di ripartenza per la gestione del rischio in agricoltura, anche alla luce dei troppi eventi estremi che si sono verificati nel corso del 2017“. Basti pensare che nella sola Lombardia quest’anno, come ricorda Asnacodi, sono stati riconosciuti danni causati dal gelo per circa 46 milioni di euro.

Anche le nuove norma varate dall’Unione Europea, facendo scendere dal 30 al 20% la soglia del danno per le polizze ammesse ad agevolazioni, vanno nella direzione di aumentare il numero di imprese assicurate. “Questo –sottolinea Agabiti-    permetterà nella prossima campagna di intercettare la crescente sensibilità degli agricoltori circa le opportunità di assicurarsi, ricordando  che secondo i dati della Commissione Europea, gli eventi estremi causati dai cambiamenti climatici potrebbero aumentare anche del 500% per la fine del secolo. Ciò obbligherà a ricorrere a polizze sempre più multirischio e a copertura di tutti i terreni”.

Asnacodi, affermando il suo ruolo di aggregazione delle imprese agricole per la gestione dei fondi mutualistici e l’applicazione della politica agricola comune, ha quindi chiesto al Ministero, ricevendo a quanto pare ampie rassicurazioni, di semplificare le procedure di accesso alle agevolazioni previste dalla Pac per quanto riguarda le polizze agricole e dei relativi pagamenti. Il susseguirsi di eventi atmosferici estremi di quest’anno rende evidente la necessità di prevedere strumenti assicurativi sempre più articolati per il sostegno del reddito delle imprese agricole.

Il Forum ha inoltre messo in primo piano durante i lavori il tema dell’innovazione, per illustrare che le nuove tecnologie di monitoraggio oggi permettono sempre di più di tenere sotto controllo sia le produzioni sia i danni, aiutando gli agricoltori a razionalizzare l’uso dell’acqua così come fornendo informazioni utili in caso di possibili danni da maltempo.

Il 2018 sarà per Asnacodi l’anno zero, quello da cui partirà il rilancio. I consorzi di difesa si preparano alla campagna assicurativa 2018 con polizze sempre più mirate e attivando sistemi tecnologici sempre più sofisticati” ha concluso Agabiti. Grazie alle novità del decreto Omnibus, la prossima campagna potrà intercettare la crescente sensibilità degli agricoltori circa le possibilità di assicurarsi”.

Emiliano Raccagni

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Agricoltura news © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2017 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano. Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151