Poker di novità nell’autunno Kuhn

L’autunno in casa Kuhn si apre con un poker di prodotti in rampa di lancio che la casa francese presenterà nel dettaglio durante i prossimi appuntamenti di settore.

Coltivatore a denti. Cultimer M 300 arriva sulla scia del successo della serie Cultimer L e si propone di mantenerne intatti i pregi offrendo compattezza e peso inferiori che lo rendono adatto a trattori di piccole dimensioni (da 75 a 135 CV). Il nuovo modello, a 2 file di denti, è disponibile nella larghezza di lavoro di 3 metri con telaio fisso. Cultimer M 300 promette maggiore pressione al suolo, grazie all’ancora NSM che con 600 Kg di pressione in punta consente di evitare sbalzi e slittamenti anche in condizioni difficili (disponibile anche nella versione caratterizzata da 3000 kg di pressione, adatta ai terreni pietrosi). Più facile e confortevole da utilizzare grazie anche a regolazioni semplici e rapide, permette di gestire la profondità del lavoro con il variare delle posizioni del rullo tramite giri di regolazione o idraulicamente dal posto di guida. Infine, l’adattamento a terreni leggeri e con pochi residui è possibile montando deflettori di livellamento al posto dei dischi.

Carri miscelatori semoventi. I nuovi modelli SPV Access e SPV Power sono pensati e sviluppati per offrire agli allevatori una macchina compatta, dall’altezza ridotta e di grande manovrabilità. Entrambi gli SPV sono dotati di assale posteriore sterzante che consente di operare con un raggio di curva estremamente ridotto. La gamma è omologata per i 25 km/h e conta diversi modelli per rispondere al meglio alle esigenze degli allevatori: Spv Access 12, 14 e 15 m³ con fresa da 90 CV ed SPV Power 12, 14, 15 e 17 m³ con fresa da 120 CV. La fresa permette di caricare tutti i prodotti utilizzati negli allevamenti e, con discesa regolata elettronicamente, adatta la sua portata di caricamento alla densità del foraggio, mantenendone inalterate le caratteristiche. Il convogliatore di grande larghezza (650 mm) permette un’alimentazione regolare del cassone di miscelazione. Il carro semovente SPV riprende il concept di miscelazione a una coclea verticale per un taglio rapido dei prodotti fibrosi e per ottenere una miscela ben areata anche con le razioni a base di insilati. La disposizione permette di ridurre notevolmente l’altezza del cassone: 15 m³ su meno di 3 metri di altezza totale della macchina. Riguardo al motore, si tratta di un JDPS Stage A Constant Speed con potenza da 170 CV, montato anteriormente e posizionato a 90° rispetto alla direzione di avanzamento della macchina. Una soluzione, questa, che permette una più agevole accessibilità in caso di manutenzione. In cabina, l’operatore può agevolmente lavorare coadiuvato dal terminale VT 30 da 3,5’’ o dal CCI 50 da 5,6’’, che gestisce le modalità di lavoro caricamento, distribuzione e trasporto.

Seminatrici pneumatiche. La gamma di seminatrici si amplia con l’Espro 4000 RC che, con una larghezza di lavoro di 4 metri, consente di interrare concime durante la semina e, al pari della sorella maggiore 6000 RC, effettuare una doppia distribuzione miscelando due sementi. E’ particolarmente appetibile per posizionare il concime il più vicino possibile ai semi senza rischio di danneggiare la plantula o da chi semina due tipologie differenti a diversa profondità. Anche questa versione mantiene le caratteristiche distintive della gamma Espro, come le ruote di grande diametro (900 mm) e la barra di semina Crossflex per garantire una germinazione regolare e una semina di qualità. La macchina consente regolazioni estremamente semplificate e compatibilità Isobus. Polivalenza e rapidità consentono di interrare una grande varietà di semi con rapidità.

Rotopresse. La nuova serie di rotopresse a camera variabile VB 3100 si divide in tre linee per intercettare esigenze specifiche: VB 3155-3185 (foraggi secchi), VB 3160-3190 (foraggi e insilati – dotate di standard comunicazione Isobus) e VB 3165-3195 (per lavori in condizioni estreme). La tecnologia brevettata del rotore Integral Rotore dota la macchina di una altissima capacità di alimentazione con qualsiasi tipo di prodotto per assicurare sempre un flusso ottimale verso la camera di pressatura. Per chi non desidera tagliare il foraggio, è disponibile il sistema di alimentazione aperto senza restrizioni OPTIFLOW, oppure il sistema con rotore integrale OPTIFEED. In alternativa è disponibile la versione OPTICUT a 14 o 23 coltelli. I modelli di alta gamma sono dotati di serie di DROPFLOOR e selettore del gruppo di taglio. Il sistema PROGRESSIVE DENSITY incrementa la tensione delle cinghie al momento della formazione della balla per garantire una partenza sicura e balle con densità costante dal centro ai bordi. Per le VB 3165-3195 si può raggiungere fino ad un 10% di densità in più lavorando su prodotti secchi. Tutti i parametri di lavoro principali, come la densità, il diametro e il numero di strati di rete, possono essere comodamente impostati dal monitor in cabina.

Articolo di Emiliano Raccagni

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Agricoltura news © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2017 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano. Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151