La nuova gamma Agricube III B, trattori per specialisti

Dal novembre 2014, data del ritorno sul mercato dopo un periodo di assenza, i trattori del gruppo Carraro Tractors hanno conquistato una posizione di nicchia in un mercato dalle esigenze complesse come quello delle macchine per il vigneto e il frutteto, realizzando una crescita del 400% nel corso di tre anni. Oggi, con il lancio dei nuovi trattori Vigneto Largo Basso e Frutteto Basso , il gruppo rafforza la sua offerta di prodotti pensati e realizzati appositamente per il cliente e in base ai feedback ricevuti dai dealer. I nuovi nati della gamma Agricube montano motori quattro cilindri FPT III B di cilindrata complessiva 3400 cc, ad iniezione Common rail e sistema turbo intercooler, caratterizzati dall’esclusiva disposizione fuori cofano del sistema di abbattimento inquinanti DOC+DPF per mantenere la compattezza del mezzo. I cinque modelli disponibili, con 30 configurazioni base, presentano potenze massime tra 75 CV e 115 CV e due versioni di trasmissione, entrambe con cambio a quattro rapporti e tre gamme (lento, medio e veloce): la versione 24+24 è di tipo meccanico mentre la versione 24+12 è elettroidraulica.

La presa di forza, nei nuovi modelli anche ad attacco frontale, può essere del tipo 540/540 E oppure 540/1000, il sollevatore è meccanico con posizione, sforzo e controllo misto, l’innesto delle quattro ruote motrici è elettroidraulico con frizione a dischi in bagno d’olio (optional). Altre peculiarità sono il sensore dell’angolo di sterzata (che raggiunge un massimo di 52°) ma soprattutto le rinnovate cabine 1010mm VL CAB e PERGOLA CAB, entrambe sviluppate ascoltando le necessità dei clienti: la prima risulta essere ideale per vigneti stretti e alti, con interfila di 2 m, tipologia, quest’ultima, in crescente diffusione, in quanto permette di evitare il contatto con le pareti superiori del vigneto, mentre la seconda è stata pensata per garantire condizioni di lavoro e di sicurezza ottimali in presenza di forme di allevamento basse, come la pergola (per entrambi i modelli l’altezza massima al roll bar alzato è di 2390 mm mentre l’altezza massima del cofano è di 1300 mm). A dimostrazione della stretta collaborazione con i dealer al fine di garantire “il prodotto giusto per il cliente giusto nel posto giusto”, vi sono poi alcune accortezze, come la cabina a sei montanti per facilitare l’apertura della porta, l’esclusore DETENT con raccogli gocce opzionale, lo scivolo di protezione del sottomacchina che copre e protegge le parti elettriche e idrauliche oppure il cofano facilmente rimuovibile per facilitarne l’accesso in fase di manutenzione.

Di Alberto Borile

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Agricoltura news © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2017 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano. Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151