Entro il 31 marzo le domande per le assicurazioni agevolate

Avviato il countdown per accedere ai contributi pubblici previsti dalla regolamentazione che disciplina la copertura assicurativa agevolata dei rischi agricoli. A partire dalla campagna agraria 2015 i produttori agricoli dispongono di diverse opportunità  assicurative per la copertura dei rischi aziendali, si va dall’assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante, all’assicurazione del raccolto dell’uva da  vino, passando per l’assicurazione delle  strutture aziendali. La gestione di tali misure si svolge nell’ambito del Sistema integrato  di Gestione dei Rischi, all’interno del Sistema Informativo  Agricolo Nazionale (SIAN) mentre il documento fondamentale e indispensabile per usufruire del  contributo  pubblico è rappresentato dal Piano Assicurativo Individuale (PAI).

L’Agea, nelle istruzioni operative emanate nelle scorse settimane per delineare le modalità di presentazione delle richieste, ricorda che il termine ultimo per presentare le domande relative alle produzioni vegetali per l’anno 2015 e’ fissato per il prossimo 31 marzo. Per avere  diritto al pagamento del contributo  pubblico, i richiedenti devono essere in possesso di diversi requisiti  di ammissibilità soggettivi, ossia essere imprenditori agricoli ai sensi  dell’articolo  2135 del codice civile, iscritti nel registro delle imprese, essere agricoltori attivi, essere titolari di “Fascicolo Aziendale” da costituire ed aggiornare presso l’Organismo  Pagatore territorialmente competente in base alla propria sede legale/residenza.

Importante evidenziare che nel Fascicolo deve essere dettagliato il piano  di coltivazione che va mantenuto costantemente aggiornato e che deve individuare le superfici utilizzate per ottenere il prodotto oggetto dell’assicurazione, i relativi titoli  di conduzione validi per l’intero periodo temporale per il quale si richiede il contributo, nonché la presenza di eventuali superfici interessate da coltivazione non produttive.

Il beneficiario e’ tenuto a presentare la domanda di pagamento in forma telematica, utilizzando le funzionalità  on-line  messe  a disposizione dall’OP AGEA sul portale SIAN, o per il tramite di un Centro Autorizzato di Assistenza Agricola  accreditato  dall’OP AGEA, previo conferimento di un mandato, o  mediante registrazione nel sistema informativo come utente qualificato.

Oltre alla  modalità standard di presentazione della domanda, che prevede  la firma autografa del produttore sul modello cartaceo, e’ stata introdotta anche la firma elettronica. Il beneficiario  che ha registrato la propria anagrafica sul portale Agea (utente qualificato) può sottoscrivere la domanda con firma elettronica mediante codice OTP. Attivando questa modalità, il sistema verificherà che l’utente  sia registrato  nel sistema degli utenti qualificati e  che sia abilitato all’utilizzo  della firma elettronica.

Di Antonio Longo

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Agricoltura news © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano. Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151